fbpx

MiC. Al via la prima edizione del bando per Architetture Sostenibili per i luoghi della cultura

da | 10 Lug 2023 | Arte e Cultura, Bandi e finanziamenti

La Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura ha lanciato in data 5 luglio 2023 l’avviso pubblico Architetture Sostenibili per i luoghi della cultura, la prima edizione di Architetture Sostenibili X, programma di ricerca per promuovere l’architettura contemporanea italiana con l’obiettivo di contribuire alla realizzazione di uno sviluppo globale più sostenibile, attraverso la sperimentazione di progetti, la promozione di reti internazionali di ricerca, la produzione di mostre monografiche e il sostegno alla formazione di giovani architetti italiani.

Architetture Sostenibili per i luoghi della cultura riguarda la sperimentazione di architetture modulari adattive, flessibili, riciclabili, leggere e a basso impatto ambientale, smontabili e riutilizzabili, in grado di allungare il ciclo di vita dei singoli elementi e di renderli interscambiabili.

Le due sezioni del bando


L’avviso pubblico, per il quale la Direzione Generale Creatività Contemporanea stanzia in totale 540mila euro, si articola in due specifici ambiti di intervento: la Sezione 1 per la realizzazione di architetture sostenibili per i luoghi della cultura italiani, alla quale sono destinati 340mila euro, che mira a finanziare la progettazione e la realizzazione di architetture modulari e allestimenti espositivi; la Sezione 2 per la promozione internazionale dell’architettura sostenibile italiana, alla quale sono destinati 200mila euro, che è suddivisa in: Azione I: volta all’attivazione di reti di ricerca, di percorsi di formazione e di divulgazione di progetti qualitativamente significativi sui temi dell’ecosostenibilità nei luoghi della cultura in Italia, in collaborazione con istituzioni culturali e/o scientifiche internazionali; Azione II: borsa (grant) per il sostegno alla formazione di architetti sui temi della sostenibilità sempre presso istituzioni culturali e/o scientifiche internazionali.

Chi può partecipare
Potranno presentare domanda per entrambe le Sezioni musei, archivi, biblioteche, aree e parchi archeologici, complessi monumentali, come definiti all’art. 101, co. 2, del D.Lgs 42/2004, di appartenenza pubblica, compresi quelli dotati di autonomia organizzativa e di bilancio, anche costituiti in forma di fondazione, istituzione e azienda speciale. 
Per la Sezione 2, inoltre, potranno candidarsi anche istituti pubblici, soggetti pubblici o privati senza scopo di lucro, impegnati in modo prevalente in campo culturale e/o scientifico, quali istituti universitari e centri di ricerca; associazioni, fondazioni, enti del Terzo settore senza scopo di lucro (individuati ai sensi dell’art. 4, comma 1, del D.lgs. n. 117/2017). Alla Sezione 2 – Azione I potranno concorrere ricercatori, specializzati, dottorati e laureati in Architettura (laurea magistrale o a ciclo unico), oppure professionisti che svolgono comprovata attività di ricerca e progettazione nel settore specifico.

Per entrambe le Sezioni, come indicato dall’avviso pubblico, la presentazione della proposta dovrà essere compilata dal proponente singolo o capofila esclusivamente utilizzando il Portale Bandi della DGCC dalle ore 10:00 del 28 agosto 2023 ed entro e non oltre le ore 16:00 del 28 settembre 2023.

Clicca sul banner per leggere Territori della Cultura