fbpx

Emanuela Daffra è la nuova direttrice dell’Opificio delle pietre dure

da | 7 Set 2022 | Arte e Cultura, Persone e Carriere

Emanuela Daffra, è stata nominata direttrice ad interim dell’Opificio delle pietre dure di Firenze. La nomina è solo per circa un anno in attesa, probabilmente, che il prossimo Ministro della Cultura elegga il nuovo Soprintendente a capo dell’istituto di restauro per i prossimi anni. Mantiene comunque, per questo periodo, l’incarico di direttore del Polo Museale della Lombardia che comprende tra gli altri anche il Museo del Cenacolo Vinciano.
Storica dell’arte, 62enne milanese, dipendente dell’Amministrazione dei Beni culturali dal 1990, ha ricoperto negli anni diversi incarichi importanti all’interno degli Istituti del Ministero come capo curatrice responsabile delle collezioni della Pinacoteca di Brera, vicedirettrice della Pinacoteca di Brera e direttrice di tre settori di restauro (Tessili, Scultura lignea, Arazzi) proprio presso l’Opificio delle pietre dure di Firenze; Una nomina a tempo determinato – circa un anno – giacché bisognerà aspettare il dipanarsi della nuova situazione politica italiana, per far sì che il prossimo Ministro della Cultura elegga il nuovo Soprintendente a capo dell’istituto di restauro per i prossimi anni.
Fondato nel 1588 da Ferdinando I de Medici, l’Opificio è un istituto dotato di autonomia speciale del Ministero della Cultura, che dipende dalla direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali, la cui attività operativa e di ricerca si concretizza nel campo del restauro delle opere d’arte. Nato come semplice manifattura per la lavorazione di arredi in pietre dure, solo negli ultimi decenni del XIX secolo, l’Opificio ha convertito il suo lavoro in attività di restauro.

Clicca sul banner per leggere Territori della Cultura