fbpx

Turismo. Centinaio alla Conferenza delle Regioni: una legge quadro per le guide turistiche

da | 23 Nov 2018 | Leggi e regolamenti, Turismo

“L’incontro è andato molto bene, sull’ agricoltura e sul turismo abbiamo segnato quelle che sono le priorità” ha precisato il ministro dell’Agricoltura e del Turismo Centinaio parlando con i giornalisti.

“Sul turismo ci sono più argomenti: abbiamo messo sul tavolo a che punto siamo sulla questione della Bolkestein, sui balneari, con l’istituzione del tavolo di lavoro tecnico interministeriale, la questione delle guide turistiche e le professioni all’interno del mondo del turismo, con la necessità di dare una risposta immediate e fare una legge quadro nazionale definitiva sul ruolo delle guide turistiche, sul ruolo degli accompagnatori, modernizzare il settore del turismo”. A spiegarlo è stato il ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Gian Marco Centinaio, uscendo dalla Conferenza delle Regioni dopo un incontro con i presidenti. “Dare una risposta all’abusivismo, sottolinea Centinaio, per quanto riguarda il mondo della ricettività, abbiamo l’obiettivo di costituire un gruppo di lavoro tecnico che velocemente dia una risposta, perché l’Italia è il paese, al mondo, che ha più abusivismo nella recettività, quindi serve la costituzione di un codice identificativo delle strutture ricettive”

“Abbiamo parlato di tassa di soggiorno, con la necessità che diventi veramente una tassa di scopo, e non una tassa che serve ai comuni per tirare fuori 4 soldi ai turisti, e poi la necessità delle infrastrutture, sia per l’agricoltura sia per il turismo, dalle Regioni è arrivata una richiesta forte di far partire un progetto sulle infrastrutture, senza non c’è movimento nè di merce nè di persone”.

“Sulla promozione del Turismo all’estero abbiamo detto che c’è bisogno di una regia nazionale. Io penso che la stagione dell’Enit negli anni precedenti e’ stata positiva, il governo decida sulle nomine ma non disperdiamo un patrimonio perche’ oggi abbiamo bisogno di una regia molto condivisa e mi pare che Centinaio abbia insistito molto””. A spiegarlo è stato il presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, governatore della Regione Emilia Romagna.

Clicca sul banner per leggere la rivista