fbpx

“Svegliamoci Italici” al National Meet Forum di Destination Italia a tutela delle radici culturali italiche

da | 6 Apr 2024 | Mostre ed Eventi, Soft Power italico, Turismo

Si è conclusa da poco a Napoli presso il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, la IX edizione di ‘Meet Forum – Il Turismo sostenibile’.
Il Forum ha riunito esperti del settore turistico, esperti e ospiti speciali per discutere temi cruciali come la sostenibilità, l’innovazione e il futuro del turismo di qualità in Italia.
L’evento è stato una miscela di arte, cultura e innovazione, con seminari innovativi sul turismo sostenibile, oltre che un’opportunità per dare forma al futuro del settore turistico nel nostro Paese e per promuovere una visione di viaggi responsabili e rispettosi dell’ambiente.

L’edizione 2024 si è focalizzata particolarmente sul Turismo delle Radici, che interessa oltre 80 milioni gli italiani che risiedono all’estero (fonte: ricerca SWG) emigrati di prima, seconda, terza generazione alla scoperta dei luoghi di origine della propria famiglia; molti di loro hanno già fatto uno o più viaggi in Italia sui luoghi delle loro radici e i loro discendenti prima o poi torneranno a visitare gli stessi luoghi. Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha dichiarato il 2024 l’anno delle radici italiane nel mondo.

A questo tema sono stati dedicati due specifici momenti nella seconda giornata del 4 aprile.
La tavola rotonda mattutina, dal titolo “Cultura e Turismo delle Radici volano per Italiani e Italici nel mondo”, coordinata dall’esperta Letizia Sinisi, socia italica e referente di Destination Italia per il Progetto Radici, e moderata dall’autrice e blogger Zaira Magliozzi, si è focalizzata sulle nuove strategie di dialogo con gli italiani all’estero. La finalità è stata quella di fornire attraverso le varie realtà impegnate sul tema, un aggiornamento sulle iniziative con cui si dà voce agli italiani all’estero e sulle modalità con cui si sta entrando in contatto con loro.

La prima parte ha visto il coinvolgimento di realtà come il MAECI, la Confcommercio, le Camere di Commercio all’estero, la FIAVET e l’Associazione Svegliamoci Italici rappresentata dal suo Vice Presidente Umberto Laurenti che ha sottolineato l’importanza di estendere il concetto di turismo delle radici alla radici culturali italiche rappresentate dall’inestimabile valore dal cosiddetto “soft power” italiano nel mondo.
La partecipazione attiva a questo importante evento dell’Associazione “Svegliamoci Italici”, da sempre promotrice della sostenibilità, rappresenta un passo significativo verso la difesa della cultura italica nel mondo.

La seconda parte della tavola rotonda ha riguardato il mondo della formazione con studiosi e docenti dell’Università della Calabria, dell’Università Federico II e dell’ITS BACT, che hanno illustrato come la ricerca in continua evoluzione si stia focalizzando sempre più sulle opportunità concrete che la specializzazione in turismo delle radici può offrire alle nuove generazioni.

Il panel pomeridiano sul turismo delle radici ha avuto inizio con un momento istituzionale che ha coinvolto il Consigliere Giovanni Maria De Vita, responsabile del progetto nazionale sul turismo delle Radici presso il MAECI, il socio italico Onorevole Fabio Porta deputato eletto all’estero per la circoscrizione Sudamerica e presidente del gruppo di amicizia Italia-Brasile e Salvo Iavarone Presidente dell’Associazione ASMEF e Vicepresidente della CIM. 
Nel suo intervento Porta ha sottolineato l’importanza di entrare in contatto, di ascoltare e di dialogare concretamente con le comunità di oriundi all’estero coinvolgendole con competenza e facendo sentire loro la vicinanza del Paese Italia di cui si sentono e sono parte. Il turismo delle radici coinvolge le loro stesse storie di vita a cui ci accomuna una stessa memoria.

Il panel nel suo complesso ha riguardato le diverse prospettive da cui guardare il fenomeno del turismo delle radici con sorprese altamente emozionali per alcuni degli ospiti internazionali presenti e servizi innovativi di ricerca genealogica che hanno coinvolto anche l’utilizzo di tecniche avanzate di analisi, come il test del DNA, oltre all’intelligenza artificiale, che ha dato letteralmente voce agli antenati di Tom Leonardis, noto produttore cinematografico italo-americano presente all’evento.

Nel plasmare il futuro del settore turistico in Italia, il National Meet Forum di Destination Italia ha confermato anche l’impegno di difendere e valorizzare la cultura italica, coinvolgendo gli italiani, gli italo discendenti e gli stranieri attratti dall’Italia e dalla sua ricchezza culturale che è meraviglia del mondo.

Clicca sul banner per leggere Territori della Cultura