fbpx

La Regione Marche protagonista degli eventi UNPLI 2024 e nella Tessera socio

da | 5 Feb 2024 | Promozione e valorizzazione, Turismo

È dedicata alle Marche la Tessera del socio 2024 dell’Unpli, l’Unione nazionale delle Pro loco italiane che oggi ha presentato l’iniziativa nella Sala Nassirya di Palazzo Madama. Dalla Giornata nazionale delle Pro loco alla Festa della Musica, che il 21 giugno partirà da Loreto, il calendario degli eventi messo a punto dall’Unpli è ricchissimo e sostenuto dagli oltre 400mila volontari sparsi in tutta Italia e soprattutto dai 18mila che provengono proprio dalle Marche.

“Il volontariato è la cosa più bella della terra, perché rappresenta il cuore e l’amore verso gli altri e i propri territori– ha detto il senatore Antonino De Poli– Oggi presentiamo quello che nel territorio rappresenta a livello nazionale 600mila volontari: la nuova tessera 2024 dell’Unpli che quest’anno è dedicata a una straordinaria regione, le Marche, con tutte le sue bellezze storico culturali, artistiche ed enogastronomiche. Le Marche sono un fattore straordinario di rilancio con Pesaro Capitale 2024 della Cultura che potrà contare su più di 18mila volontari, una massa colorata straordinaria che è la grande forza di questo territorio”.
Lo scorso anno l’Unpli ha dedicato la sua Tessera 2023 a Bergamo e Brescia, Capitali italiane della Cultura. “Passiamo di Capitale in Capitale perché vogliamo rappresentare il valore delle Pro loco per la cultura e le comunità. Questa Tessera- ha detto il presidente nazionale Unpli, Antonino La Spina– vuole rappresentare tutti attraverso il valore di sentirci parte di questa importante organizzazione che parte dal basso, dalla comunità, dalla forza del territorio. Lo faremo in modo molto forte. Sarà un anno di grandi appuntamenti, partendo dal nostro momento cruciale che sarà la giornata nazionale delle Pro loco e poi la Festa della Musica, che quest’anno il 21 giugno sarà a Loreto. Il nostro mondo- ha concluso- vuole essere sempre di più un grande contenitore di opportunità e comunità”.

Presente in Sala Nassirya anche Guido Castelli, senatore delle Marche e commissario alla ricostruzione post sisma del Centro Italia, che ha ringraziato “tutti coloro che animando con tanta passione le Pro loco hanno voluto dedicare questa tessera alle Marche, che sarà così valorizzata e conosciuta. Sarà di grande aiuto- ha detto- perché la Unpli Marche sta lavorando moltissimo. Il volontariato è una risorsa che diventerà sempre più decisiva perché la crisi demografica sta esponendo i nostri borghi a una disattivazione che solo grazie al volontariato potremo contrastare. Più del 40% delle Marche è stata colpita dal terremoto, stiamo facendo moltissimo per far sì che oltre a ricostruire questi luoghi si possano anche valorizzare. È stato un genocidio culturale quello del 2016-2017 e stiamo facendo tutto il necessario per rimettere in piedi i beni colpiti”.
Circondato da immagini paesaggistiche delle province marchigiane, ‘Sostieni la storia, la cultura e le tradizioni del tuo paese’ è lo slogan impresso sulla Tessera Unpli 2024 che secondo Marco Bruschini, direttore agenzia per il Turismo e l’internazionalizzazione delle Marche rappresenta “un veicolo importantissimo. Penso che una Tessera così bella sarà un grande incentivo a fare più soci. Le Marche sono una terra che può rivendicare un ruolo di grande protagonista nel campo del turismo, il suo primo punto di forza è stato proprio conservare le tradizioni. Venire nei nostri territori e fare esperienze marchigiane è sicuramente un grandissimo attrattore per il turismo”.

Saranno 52 gli appuntamenti, uno per ogni weekend, che animeranno le Marche in questo 2024, illustrati oggi da Marco Silla, presidente regionale Unpli Marche. “Abbiamo cercato di metterci tutti in un’unica veste, quella delle Marche. La nostra diversità può essere la nostra forza. Abbiamo una miriade di cose che possiamo raccontare. Sarà un anno pieno di iniziative e creeremo un sito ad hoc”. Ogni provincia avrà un grande appuntamento, ma non solo. Il primo evento, in programma a inizio aprile, sarà infatti di respiro nazionale e coinvolgerà tutte le regioni colpite dal terremoto.
Poi, in primavera, nella zona di Macerata Sarà la volta di una kermesse che racchiuderà tutte le anime della cultura marchigiana, a cui seguirà l’evento ‘Pro loco in festa’, che vedrà invitate tutte le regioni italiane.

“Perché stare insieme- ha detto Silla- significa imparare senza dimenticare le proprie tradizioni“. E ancora, in cartellone ci sarà la Giornata delle Pro loco e poi, verso il periodo autunnale, ci sarà ‘Marche chef’ con una serata conclusiva che vedrà la partecipazione di uno chef stellato. E, a novembre, è atteso anche l’evento conclusiva del festival dei teatri di Pesaro.

“La storia e la cultura del nostro territorio sono davvero interessanti, anche se ancora poco conosciute- ha detto la sottosegretaria Lucia Albano– Ma ora possiamo aprirci al mondo. Il volontariato è cuore e anima, ma anche motore economico e per questo avrà uno sviluppo incredibile. Il fatturato che viene generato dai volontari è veramente importante e consente anche alle nostre eccellenze di poter essere conosciute”.

Anche la Festa della Musica, prevista come da tradizione il 21 giugno avrà le Marche come focus di questa edizione. Ad anticipare il programma, il patron Marco Staccioli ha tenuto a dire che “quest’anno il rapporto con Unpli si consolida. Stiamo lavorando in particolare su Loreto e Pesaro, che nella giornata del 23 ospiterà la Festa della Musica dei giovani”. Prosegue così la scia positiva dell’Unione nazionale Pro loco d’Italia che nel 2023, ha sottolineato infine Stefano Raso, responsabile dipartimento Unpli Tessera del socio, ha superato i 150mila eventi. Siamo un volano sociale molto importante e il senso di appartenenza Unpli è qualcosa in cui tutti ci riconosciamo e insieme lavoriamo con i nostri territori creando una grande forza comune e sociale. Con la Tessera 2024 porteremo un pezzettino delle Marche in tutto il Paese”.

Clicca sul banner per leggere Territori della Cultura