Reggia di Caserta. C’è un errore di calcolo nella nomina del direttore. Tutto da rifare?

da | 27 Mag 2019 | Arte e Cultura, Persone e carriere

Alla direzione della Reggia di Caserta è stata nominata l’architetto Tiziana Maffei scelta dal ministro Bonisoli tra una terna di candidati (nella terna con Francesco Palumbo ex direttore generale del turismo al Mibac ed ora direttore del Turismo alla Regione Toscana e Mario Epifani attuale direttore del museo Armeria reale di Torino); ma potrebbe non essere così. Uno dei candidati, Antonio Tarasco, direttore del servizi I – Collezioni museali della D.G. Musei, professore ordinario di diritto amministrativo, ha chiesto l’annullamento del corcorso presentando istanza in autotutela indirizzata al premier ed al ministro Bonisoli. Secondo Tarasco, (la notizia l’ha anticipata Repubblica nell’edizione di Napoli) tra i 77 candidati che hanno fatto domanda per la posizione, la commissione che ha valutato i candidati, ha indicato la terna di “finalisti” escludendo da questa, il candidato che ha ricevuto il punteggio piu alto: Antonio Tarasco.

Secondo il ricorrente, la selezione dei candidati da parte della commissione, si è svolta in due fasi, la prima con la valutazione su una scala da zero a cento dei titoli contenuti nei curricula. Superato il punteggio minimo i candidati sono stati valutati con un colloquio valutato con un punteggio da zero a venti. Epifani Mario, Maffei Tiziana, Palumbo Francesco sono stati i tre candidati “finalisti” rispettivamente con il punteggio nella valutazione dei titoli di: 57, 58, 59 (verbale numero 9 del 5 aprile 2019). Il punteggio di Tarasco, candidandosi oltre che della Reggia, anche della Galleria dell’Accademia di Venezia e del Parco Archeologico di Pompei, è stato di punti 62.

Lo studio legale al quale si è rivolto Tarasco nel ricorso fa presente che: “È evidente, pertanto che questi candidati risultano aver conseguito un punteggio inferiore al candidato Tarasco che, invece, nella sola valutazione dei titoli, risulta aver conseguito un punteggio – per la Reggia di Caserta – di 62. ..Esaminando i punteggi finali ottenuti dalla somma della valutazione dei titoli e dei colloqui, Tarasco risulta primo ex aequo con Palumbo (79 punti), seguito da Maffei (78 punti) e da Epifani (77 punti).” Sembrerebbe un semplice errore di calcolo con conseguenze non “semplici” se si dovesse rifare nuovamente il concorso.