Foto: Massimo Osanna, attuale direttore del sito di Pompei; ha ripresentato la sua candidatura

Sono circa 200 i candidati che hanno presentato la domanda per le 6 posizioni vacanti per l’incarico di direttore di uno dei musei o area archeologica per i quali, il 31 dicembre, il Ministero per i beni e le Attività Culturali, ha pubblicato, sul proprio sito, i decreti di nomina delle due commissioni che valuteranno rispettivamente, la prima le candidature per il conferimento dell’incarico di direttore, di livello dirigenziale generale, delle Gallerie dell’Accademia di Venezia, della Reggia di Caserta e del Parco archeologico di Pompei, la seconda il conferimento dell’incarico di direttore, di livello dirigenziale non generale, del Parco archeologico dell’Appia Antica, del Parco archeologico dei Campi Flegrei e del Palazzo Reale di Genova. Come per le precedenti nomine (ministro Dario Franceschini, ndr), la commissione, per la posizione di dirigente generale individuerà una terna di candidati da sottoporre a ministro Bonisoli per la scelta finale, mentre la terna delle candidature per la posizione di dirigente non generale, sceglierà il D.G. dei Musei.

5 membri per ogni Commissione ( la partecipazione è a titolo gratuito). Per quella di Pompei, delle Gallerie dell’Accademia di Venezia e della Reggia di Caserta ci sono: Donata Levi (presidente), docente di Storia della critica d’arte e museologia all’università di Udine; Valter Curzi, docente di storia dell’arte moderna alla Sapienza; Michela di Macco, ex docente di storia dell’arte moderna alla Sapienza; Richard Hodges, archeologo e presidente dell’Università americana di Roma; Fausto Zevi, già docente di archeologia e storia dell’arte greco-romana alla Sapienza. L’altra Commissione è invece composta da: Alessandro Viscogliosi (presidente), docente di storia dell’architettura medioevale e moderna alla Sapienza; Christian Greco il direttore del Museo Egizio di Torino; Nicolette Mandarano, storica dell’arte e libera professionista della cultura; Ludovico Solima, docente di Economia e gestione delle imprese all’università della Campania Vanvitelli, e Catherine Virlouvet, direttrice dell’Ecole française de Rome.

Le selezioni dovrebbero concludersi prima dell’estate 2019, poi le nomine e l’insediamento dei nuovi direttori.