fbpx

Turismo sostenibile, a Venezia le città d’arte firmano un protocollo d’intesa

da | 21 Nov 2023 | Turismo

Sviluppare e realizzare azioni condivise per migliorare la sostenibilità, la competitività e l’accoglienza nelle grandi destinazioni italiane condividendo e favorendo buone pratiche per un turismo sostenibile. Questi gli obiettivi principali del protocollo d’intesa presentato a Ca’ Calergi Vendramin, in occasione del Forum “Grandi destinazioni italiane per un turismo sostenibile. Iniziative e strumenti adottati dalle città”.
Il documento è stato firmato dagli assessori al Turismo di Roma Capitale, Alessandro Onorato, di Milano, Martina Riva, di Venezia, Simone Venturini, di Firenze, Alessia Bettini e dal consigliere comunale di Napoli, Lugi Carbone, nella consapevolezza che solo la condivisione di buone pratiche ed esempi virtuosi permetta di fare sistema.

Il Network

“Il network delle Grandi città italiane per il turismo sostenibile è una risorsa preziosa – ha detto la vicesindaca e assessora al Turismo della città di Firenze  -. Fare rete e sintesi tra le città e le esperienze per tanti versi analoghe nell’affrontare un turismo altamente impattante è un obiettivo che tutti noi ci poniamo”.
Nel protocollo, con validità triennale, si legge la precisa volontà dei firmatari di “Innestare un circolo virtuoso che, partendo dai risultati e benefici che si possono ottenere agendo nelle grandi destinazioni, si estenda alle altre realtà del turismo italiano sia in termini verticali, all’interno di tutta la filiera del comparto turistico, sia orizzontali, investendo territori sempre più estesi”.

‘Anni di lavoro e impegno comune’

“Dietro a questa firma ci sono anni di lavoro e impegno comune – ha commentato Venturini – Un progetto che ha coinvolto professionisti e dirigenti che si rinnova con uno spirito costruttivo e propositivo”.
La firma odierna costituisce, infatti, la nuova tappa di un cammino iniziato dieci anni fa, per la precisione il 25 ottobre 2013 quando i rappresentanti delle città di Roma, Milano, Venezia, Firenze, Napoli e Rimini firmarono il protocollo d’intesa che diede vita al network.
Il documento fu aggiornato nel 2017 da Roma, Milano, Firenze, Venezia e Napoli (con validità triennale) per poi essere tacitamente rinnovato nel 2020. Attività, iniziative e lavoro di sintesi tra le diverse realtà non si sono mai fermati negli anni fino a giungere al nuovo protocollo, con cui si intende predisporre un piano di azione in cui si indicheranno obiettivi, strumenti e tempistiche da rispettare.
Le iniziative si svilupperanno nell’ambito di un’azione coordinata tra Ministero del Turismo e la Grandi destinazioni italiane per un turismo sostenibile (GDITS) e saranno istituiti una cabina di regia tecnica e un Comitato di coordinamento rappresentato dagli assessori competenti.

Clicca sul banner per leggere Territori della Cultura