Colosseo, bando per il solo servizio di biglietteria. A rischio 80 lavoratori. Il Mic: “Li Tuteleremo”

da | 16 Set 2022 | Arte e Cultura, Bandi e finanziamenti


Pubblicato da Consip per conto del MiC, il bando per l’assegnazione dei servizi della sola biglietteria e il controllo degli accessi al Colosseo e già sorge la preoccupazione per la continuità del lavoro per il personale attualmente impiegato. Questo è l’ennesimo tentativo del MiC per rinnovare l’assegnazione dei servizi, ancora oggi , da ben oltre un decennio, gestiti dal gruppo Mondadori Electa Spa e Coopculture. E’ dal 2017 che la Consip prova a indire nuove gare, ma fino ad ora sono state tutte annullate perchè il TAR o il Consiglio di Stato hanno dato ragione alle società che hanno fatto ricorso contro la formulazione dei numerosi bandi, che si sono succeduti, preparati da Consip. Preoccupati i sindacati per i circa 80 lavoratoti che si occupano, al momento, di attività non previste dal bando pubblicato, come tra gli altri, il bando per il servizio di guide. Il ministero da parte sua rassicura i lavoratori con un comunicato appena pubblicato: “In merito alle preoccupazioni evidenziate oggi dalle organizzazioni sindacali sul futuro dei lavoratori dei servizi aggiuntivi del Parco archeologico del Colosseo, il Ministero conferma l’impegno per assicurare la continuità occupazionale di tutti i lavoratori coinvolti. “. il ministero sta forse pensando di internalizzare i servizi non messi a bando come auspicato dai sindacati chiamando in soccorso la solita Ales (società di proprietà pubblica controllata dal Mic)? Ovvero il Mic pubblicherà a breve i bandi per l’assegnazione degli altri servizi inserendo la clausola sociale ( chi vince il bando si prende i lavoratori già impiegati)?. Sempre se non arriva un altro ricorso che ottiene ragione dal TAR. E allora avanti con la proroga dei servizi.