fbpx

La Quadriennale di Roma promuove il progetto Network interuniversitario

da | 27 Mar 2022 | Arte e Cultura, Bandi e finanziamenti

Foto di Anna Arigossi

LaQuadriennale di Roma, nell’ambito della programmazione 2022-2024 sotto la direzione artistica di Gian Maria Tosatti, promuove il progetto Network interuniversitario, concepito come uno strumento di incentivazione della ricerca sull’arte italiana in ambito accademico allo scopo di implementare la creazione di fonti storiografiche utili per la testimonianza del presente artistico del Paese.

Curato da Raffaella Perna, docente di Storia dell’arte contemporanea all’Università degli Studi di Catania, il progetto ha già preso avvio grazie al contributo per i 95 anni della Quadriennale da parte della Struttura di missione per la valorizzazione degli anniversari nazionali e della dimensione partecipativa delle nuove generazioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Queste le iniziative:

1) Due borse di studio di 12 mesi: la prima per una ricerca originale sull’arte italiana del XXI secolo, la seconda per una ricognizione sull’arte digitale in Italia, del valore di 18.000 € annui. Le borse sono rivolte ai ricercatori in possesso del dottorato di ricerca per la prima borsa, del dottorato o del diploma di specializzazione per la seconda.

La borsa di studio “Panorama dell’arte italiana del XXI secolo” è incentrata sulle principali personalità artistiche in Italia dal 2000 a oggi; sugli elementi di connessione tra le ricerche di artisti e curatori italiani del XXI secolo; sugli orizzonti teorici e sui risultati pratici; sulle relazioni tra l’arte italiana e l’arte internazionale nel XXI secolo; sulla cronologia delle mostre e degli eventi principali.

La borsa di studio “Ricognizione sull’arte digitale italiana” è incentrata intorno a una ricognizione del mondo delle arti digitali in Italia, alle prospettive sugli ultimi trend artistici (intelligenza artificiale, realtà virtuale, NFT, ecc.), alle possibilità di un approfondimento specifico dedicato a una particolare linea artistica (il lavoro di un artista, la specificità di un gruppo di artisti, il rapporto tra la scena artistica italiana a quella internazionale), alla ricognizione sull’esistenza di un “sistema dell’arte digitale”, alla mappatura del territorio (schede su artisti, gallerie, centri, ecc.). C’è tempo fino all’11 aprile 2022 per candidarsi: bando e moduli di partecipazione su: www.quadriennalediroma.org/open-call

2) Un programma di seminari e incontri interdisciplinari: a partire da maggio 2022, la Quadriennale promuoverà una serie di seminari e incontri in cui verranno discusse le prospettive critiche, le metodologie e le sfide legate allo studio del panorama artistico contemporaneo, attraverso il confronto tra docenti di storia dell’arte, critica d’arte, museologia e ricercatori, dottorandi e specializzandi afferenti a diversi atenei italiani.

3) Mappatura delle migliori tesi di laurea magistrale e delle migliori ricerche in corso tra gli iscritti al terzo livello di formazione (Scuola di specializzazione, Dottorato e Scuola di perfezionamento) che abbiano come focus l’arte italiana dopo il 2000. Lo scopo è quello di fare il punto sui “lavori in corso” relativi all’arte italiana contemporanea per favorire lo scambio di idee e prospettive di studio tra i giovani ricercatori. Le sinossi delle tesi e ricerche selezionate saranno pubblicate sul sito internet della Quadriennale.

4) Premio annuale alla migliore tesi di Specializzazione o Dottorato incentrata su tematiche inerenti l’arte italiana del XXI secolo. Il premio consisterà nella sua pubblicazione.

Clicca sul banner per leggere Territori della Cultura