È giunta al termine la procedura per ottenere l’abilitazione all’esercizio delle professioni di guida turistica e di accompagnatore turistico in Puglia; 1744 sono risultate le guide abilitate su quasi 3000 candidati, mentre 468 sono stati gli accompagnatori ad aver ottenuto l’idoneità su circa 830 aspiranti. A breve saranno formalizzati gli atti amministrativi con cui si riconosceranno formalmente le abilitazioni conseguite e successivamente verranno rilasciati dalla Regione Puglia i tesserini individuali di riconoscimento.

“Esprimo viva soddisfazione -ha commentato l’Assessore regionale all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone – per la conclusione di una procedura molto complessa attesa da tempo dalle guide turistiche e dagli accompagnatori in Puglia e nel resto d’Italia. Siamo l’unica regione d’Italia ad avere candidati abilitati all’esercizio di tali professioni in 26 lingue straniere! Voglio ringraziare gli Uffici che in questi mesi sono stati impegnati senza sosta in un enorme lavoro -unico nelle Regioni d’Italia -che oggi consentirà a tanti operatori di conseguire una abilitazione sulla base della quale potranno, con rinnovata competenza e passione, concorrere alla promozione della destinazione Puglia. Tanto più necessaria in ragione della crescita esponenziale che il turismo sta conoscendo in Puglia”. “Il lavoro di guida turistica – ha proseguito la Capone – si sta rivelando strategico nell’accoglienza dei turisti. Sono proprio guide e accompagnatori che raccontano la Puglia in tutte le sue sfaccettature, dalla storia alle testimonianze culturali, dal cibo – che va comunque sempre anche raccontato oltre che fatto degustare – alle bellezze naturali da raccontare nella loro specificità geologica, di fauna e flora. Auspico che le nuove leve possano interpretare al meglio il patrimonio culturale e naturale della Puglia e promuovere il nostro territorio con professionalità e competenza. Un augurio a tutti di buon lavoro”.