Al via a Firenze la prima conferenza delle Capitali della Cultura. Bonisoli: “Fieri di essere in Europa, siamo parte integrante”

da | 6 Nov 2018 | Arte e Cultura, Promozione e valorizzazione

[nella foto: Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, Firenze]

Ieri alle 17 il Palazzo Vecchio a Firenze ha ospitato l’apertura della prima conferenza delle Capitali della Cultura, di cui abbiamo già parlato nel precedente articolo. È intervenuto il Ministro per i Beni e le attività culturali Alberto Bonisoli: “È un momento dove dobbiamo raccontare delle cose alle altre capitali europee della cultura e dobbiamo raccontare qualcosa all’Europa. Dobbiamo essere fieri di essere in Europa, noi siamo parte integrante dell’Europa e dobbiamo lavorare affinché l’intera cultura europea vada in una direzione di pluralità, di accettazione delle diversità e vada in un’attenzione a quelli che sono i bisogni fondamentali di tutti i cittadini europei”.

Interpellato dai cronisti che gli chiedevano se ritenesse il capoluogo toscano degradato a causa della massiccia presenza di turisti, come evidenziato dal sottosegretario Gianluca Vacca in risposta a un’interrogazione parlamentare, Bonisoli ha affermato: “Oggi sono passato, ho visto via dei Neri, dove ci sono tutti i panini eccetera, in effetti colpisce…” Tuttavia, “il problema dei flussi turistici dobbiamo risolverlo internamente, più che cercare risposte dall’Europa”.

Poi, ha aggiunto: “Sono d’accordo su una cosa: deve essere qualcosa dove le città giocano un ruolo importante”, sottolineando come “da Roma noi possiamo aiutare, magari possiamo dare qualche suggerimento, possiamo anche mettere in gioco risorse, questo senz’altro, ma poi sono scelte che vanno fatte dai cittadini che vivono in una città”.