fbpx

L’Italia a Bryant Park, l’omaggio a Saracino per i 10 anni di “Hero”

da | 11 Apr 2023 | Arte e Cultura, Istituzioni, Mostre ed Eventi, Soft Power italico

‘The Guardians: Hero and Superhero’, progettata dall’architetto e designer pugliese Antonio Pio Saracino compie 10 anni. Per celebrare l’anniversario, a Manhattan è stata organizzata una retrospettiva, a cura della Maison Gerard, del lavoro di Saracino, con le sculture “The Guardians: Hero & Superhero” installate nella piazza di Bryant Park come opera centrale. La mostra è aperta dal 10 al 28 aprile ed è ospitata nella storica galleria fondata da Gerardus A. Widdershoven nel 1974.

Bryant Park è un parco pubblico nel quartiere di New York a Manhattan; L’area del parco fu istituita nel 1823 come cimitero per i poveri e così rimase fino al 1840. Dal 1847 fu adibita a parco e nel 1884 gli fu dato il nome di Bryant Park Altra visuale di Bryant Park in onore al giornalista del New York Post e abolizionista William Cullen Bryant.

Pio Saracino, vive a New York da molti anni e le sue opere fanno parte di collezioni permanenti al Centre Pompidou a Parigi, Brooklyn Museum e Museum of Art and Design di Nyc, Lacma di Los Angeles e Maas di Sydney, in Australia.
Nel 2013 ha avuto due opportunità: portare un simbolo dell’Italia nella Grande Mela in occasione dell’Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti e realizzare un progetto di arte pubblica per uno dei luoghi più famosi di Manhattan. Realizzare le due opere che compongono «The Guardians: Hero & Superhero», è stata la sua idea artistica. Hero, realizzato in marmo di Carrara, fu donata dal ministero degli Affari Esteri italiano, dall’ambasciata a Washington e dal consolato generale a New York, è l’interpretazione del David di Michelangelo. Superhero, realizzato in acciaio inossidabile, è stato commissionato dal proprietario del numero 3 di Bryant Park e veglia sulla 41esima strada. Dieci anni dopo i due ’supereroi’ di Saracino, sono lì a indicare l’unica strada per chi decide di vivere a New York: andare avanti, senza arrendersi mai. Il messaggio è ancora lì, più forte che mai, rappresentando l’amicizia tra Italia e Stati Uniti e la rinascita della città come capitale culturale del mondo.

Clicca sul banner per leggere Territori della Cultura