fbpx

Incontro Tajani – Sangiuliano per definire i dossier in comune

da | 18 Gen 2023 | Arte e Cultura, Istituzioni, Promozione e valorizzazione, Soft Power italico

Il vicepresidente del Consiglio dei ministri e ministro degli Affari esteri Antonio Tajani ha incontrato lunedì scorso alla Farnesina il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano per affrontare diversi dossier di comune interesse dei due ministeri e individuare nuovi potenziali ambiti di collaborazione. Lo si riferisce in una nota, diffusa dalla Farnesina.

Fondo minoranze italiane

E’ volontà del Governo di valorizzare gli strumenti come il “Fondo minoranze cristiane” per finanziare interventi a favore delle minoranze cristiane oggetto di persecuzione in aree di crisi, e confermato l’organizzazione di un evento da parte del ministero degli Affari esteri dedicato alla protezione del patrimonio culturale a valenza religiosa, per sancire l’impegno al rispetto dei luoghi di culto, in particolare in contesti di tensioni e conflitti.

Promozione e internazionalizzazione del modello formativo italiano

Tajani e Sangiuliano hanno fatto il punto sull’attuazione del ”Tavolo di lavoro interministeriale per l’attrattività, la promozione e l’internazionalizzazione del modello formativo italiano”, voluto da Tajani all’indomani del suo insediamento, per rendere il modello di istruzione italiano uno strumento sempre più efficace di proiezione e promozione internazionale dell’Italia e aumentare la capacità del nostro Paese di attrarre i migliori talenti stranieri, soprattutto africani, anche attraverso un sempre più efficace impiego delle borse di studio.

Rientro in Italia di alcune opere italiane ora all’estero e promozione all’estero

Ribadito inoltre l’impegno dei due ministri per riportare in Italia la copia in marmo di un originale in bronzo del “Doriforo di Stabia”, realizzato tra il 27 a.c. e il 68 d.c., attualmente custodito al Minneapolis Institute of Art, che le autorità giudiziarie italiane sostengono essere stato illecitamente trafugato ed esportato.
Per rafforzare la proiezione dei Musei italiani nel mondo, Tajani e Sangiuliano hanno annunciato la predisposizione di un protocollo d’intesa per portare all’estero il patrimonio culturale conservato nei depositi dei musei italiani e renderlo fruibile al pubblico internazionale, anche attraverso mostre presso gli Istituti Italiani di Cultura.

Roma Expo 2030

Tajani e Sangiuliano rafforzeranno la strategia di cooperazione culturale e di prestiti di opere dei nostri Musei per sostenere la campagna per la promozione della candidatura di Roma Expo 2030. Tajani ha assicurato a Sangiuliano il sostegno del ministero degli Affari esteri e della nostra rete diplomatica per la realizzazione a Roma di una grande mostra sul Futurismo, in fase di programmazione preliminare, affinché diversi enti museali stranieri possano offrire capolavori in prestito.

È stato inoltre evocato il progetto di creazione di un “Distretto del Contemporaneo” a Roma che punta a restituire un’immagine della Capitale più aggiornata e moderna. Tra gli eventi ai quali collaboreranno il ministero degli Esteri e Ministero della Cultura ci saranno quelli legati al 150° anniversario della nascita di Guglielmo Marconi e al 100° anniversario della morte di Giacomo Puccini.

Il turismo delle radici

I due Ministri, insieme alla titolare del Turismo Daniela Santanchè, lanceranno infine nelle prossime settimane il progetto “Turismo delle Radici”, finanziato dal Ministero della Cultura e realizzato dalla Farnesina, che mira a promuovere il turismo di ritorno degli emigrati e degli oriundi italiani e a valorizzare il patrimonio culturale della nostra emigrazione all’estero.

Clicca sul banner per leggere Territori della Cultura