fbpx

Galleria degli Uffizi, la rivoluzione del nuovo direttore Verde e un’acquisizione iconica

da | 5 Lug 2024 | Arte e Cultura, Promozione e valorizzazione

Numerose sono le novità apportate da Simone Verde, il nuovo direttore della Galleria degli Uffizi. La riapertura del Ricetto delle iscrizioni e il nuovo Museo della moda e del Costume sono solo alcune. Importante acquisizione prevista.

Il direttore Simone Verde ha previsto novità: il 16 luglio l’inaugurazione del nuovo Museo della moda e del Costume, il 31 dello stesso mese la riapertura del Ricetto delle iscrizioni al secondo piano degli Uffizi, con la sala dell’Ermafrodito, e poi la riapertura, dopo decenni, delle sale dei pittori Fiamminghi.

Inoltre, in occasione di una conferenza stampa alla Stampa Estera di Roma ha annunciato l’imminente conclusione di una “importante acquisizione iconica” sul mercato, tuttavia di opera ancora ignota.  Le uniche parole di indiscrezione che ha avanzato Verde sono le seguenti: “Non vi posso dire nulla se non che l’annunceremo a breve. l’unica cosa che vi posso dire è che si tratta di un dipinto”.

Palazzo Pitti ed il Giardino di Boboli

Un importante step vedrà la ricomposizione del patrimonio storico non solo al pian terreno degli Uffizi, ma anche nella sala bianca di Palazzo Pitti, con l’apertura dei depositi di mobili e arazzi a Palazzo Pitti, una sezione di storia di Boboli, il riallestimento degli ambienti del tesoro mediceo a Palazzo Pitti.
Inoltre, tra i prossimi interventi si inserisce anche la riqualificazione del Giardino di Boboli, che dovrebbe continuare a rimanere aperto anche di lunedì, e della Limonaia Medicea.
Per quanto concerne invece i 600mila euro della donazione di Gucci nel 2019, questi saranno utilizzati per piantumare migliaia di alberi ed essenze e accrescere ancora il verde.

Un museo per i bambini

Tra i progetti futuri viene dato spazio anche ai bambini e alla loro sensibilizzazione in ambito culturale. Come il direttore spiega: “Per il futuro sarà fondamentale creare un museo ad hoc per i bambini, su questo avremo l’appoggio di Friends of Florence che finanzierà l’iniziativa, sarà al piano terra degli Uffizi.

Code ridotte con l’abolizione del biglietto cartaceo

Il problema delle code sembra esser già stato trattato e per il futuro c’è l’impegno di ridurle ancora di più. Secondo Verde, le code ad oggi non sono più così lunghe, ma anzi sono state abbattute in parte abolendo il biglietto cartaceo, mossa che ha snellito l’accesso; la strategia contro il sovraffollamento è duplice, aumentare orario di apertura, aperture serali e poi diluizione del flusso su Palazzo Pitti.

Creare subito il Museum Studies

Durante la conferenza stampa di Roma, il direttore ha inoltre aggiunto: “Vogliamo creare subito un centro studi, il Museum Studies, che abbia al centro un cervello pensante». Il centro, con la partecipazione dei maggiori esperti internazionali, sarà insediato nel Casino dei Cavalieri nel giardino di Boboli, dopo l’apertura del Corridoio Vasariano e l’inaugurazione del nuovo Museo della Moda.

Riguardo al Corridorio Vasariano, Verde ha esclamato: “Ce l’abbiamo fatta! L’impegno è quello di concludere tutti i lavori entro la fine dell’anno, ma già in autunno sarà terminata la prima sezione “.

Nota dolente degli Uffizi è invece l’imponente gru nel piazzale. “La gru dal piazzale deve andare via. E’ una priorità assoluta”. Non ha dubbi Simone Verde, sul macchinario che ormai da troppi anni staziona nel piazzale antistante il museo fiorentino, uno dei più importanti e visitati al mondo. “Al primo giorno utile in cui possa venire giù, verrà giù” afferma perentorio il direttore. “Ci stiamo lavorando alacremente con l’ufficio legale e abbiamo proposte di sponsorship che ci aiuteranno: sono sicuro che arriveremo a una soluzione in tempi ragionevoli”.

Più in generale, l’intero piazzale degli Uffizi non ha ancora l’aspetto che Verde si immagina, privo di lavori e dell’ordine e decoro che merita: “Non è ancora in condizioni ottimali, ci sono troppi cantieri, dunque la biglietteria verrà spostata sul retro, abbiamo incaricato gli architetti Gucciardini e Magni. Ci sarà un ingresso monumentale che permetterà di accogliere come si deve chi entra in questo bellissimo museo”.

Per prenotare online l’ingresso agli Uffizi:
Acquista online il biglietto – Nella piattaforma B-ticket potrai prenotare il giorno e l’orario di ingresso e pagare il biglietto / Mail con biglietto elettronico – Riceverai una email di conferma con il biglietto elettronico da far scannerizzare all’ingresso del museo senza passare dalla biglietteria / Vai all’ingresso del museo – Porta con te la mail di conferma stampata o sul tuo smartphone o tablet, e mostrala all’ingresso del museo.

Prenotazione per via telefonica:
Contatta il numero 055 294883 dal lunedì al venerdì ore 8.30-18.30, sabato 8.30-18.00, domenica e festività nazionali 9.00-18.00.

 

 

Clicca sul banner per leggere Territori della Cultura