fbpx

Al via da giugno i primi lavori nell’area dei Fori Imperiali

da | 27 Mag 2024 | Arte e Cultura

Inizieranno a giugno in via di San Teodoro i lavori relativi al CArME – Centro Archeologico Monumentale, il grande intervento di riqualificazione di via dei Fori Imperiali e delle zone limitrofe all’interno del quadrante del Parco archeologico del Colosseo. La riqualificazione consentirà una passeggiata a ridosso dell’imponente sito archeologico grazie la creazione di un anello pedonale attorno al Colle Palatino, la risistemazione del manto a sampietrini e la creazione di ampi spazi pedonali in piazza del Foro Romano.

I lavori

Le novità sono state annunciate dall’assessora capitolina ai Lavori Pubblici, Ornella Segnalini, nel corso della presentazione del progetto ai rappresentanti delle Accademie internazionali di Roma, alla presenza del sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, e degli assessori all’Urbanistica e alla Cultura, rispettivamente Maurizio Veloccia e Miguel Gotor, e del presidente della commissione Cultura della Camera, Federico Mollicone. Il cantiere sarà eseguito dal Dipartimento dei Lavori pubblici di Roma Capitale con un costo complessivo di 2 milioni di euro. In circa 5 mesi saranno riqualificati 7.500 mq di strada per un totale di 300mila sanpietrini. 

Via di San Teodoro

“Quello di San Teodoro è il primo dei progetti del Carme a partire – ha annunciato l’assessora Segnalini – la strada, per come si presenta oggi, non permette a chi l’attraversa di rendersi nemmeno conto di dove si trova e di cosa ha intorno, renderemo lo spazio più bello e vivibile, una passeggiata che darà respiro all’importante sito archeologico adiacente”. Nella configurazione finale, via di San Teodoro avrà un nuovo marciapiede con una larghezza variabile tra i 5 e i 7 metri sul lato del Palatino, una corsia di transito per i veicoli di 4 metri, una linea di parcheggio di circa 2 metri e un percorso pedonale protetto di circa 1,60 metri sul lato dei palazzi.

Via del Foro Romano

Su via del Foro Romano invece il progetto prevede la realizzazione di un nuovo marciapiede di circa 5 metri sul lato che si affaccia sul Foro Romano e di circa 1,5 metri sul lato dei palazzi. Per la realizzazione dei marciapiedi è prevista la rimozione dei sanpietrini esistenti, il ripristino del sottofondo e il loro riposizionamento. Nel tratto a ridosso di via della Consolazione è presente un breve tratto di marciapiede che sarà adeguato alle dimensioni del nuovo in modo da dare continuità al percorso pedonale protetto.

Roma come una volta

La parola chiave è “reincanto”: è proprio questo lo scopo del progetto, far tornare Roma allo splendore di un tempo ripristinando le funzioni che le sue vastissime aree monumentali vantavano in antichità. Un tempo esse erano i luoghi prediletti di incontro per giocare, studiare, passeggiare e svolgere tutte quelle azioni quotidiane che ad oggi sono riservate alla  “città moderna”.

Clicca sul banner per leggere Territori della Cultura