fbpx

Carta Cultura Giovani e Carta del Merito: requisiti e regole

da | 6 Feb 2024 | Arte e Cultura

Al via le domande per richiedere la ‘Carta della cultura Giovani’ e la ‘Carta del merito’, i nuovi strumenti elettronici erogati dal Ministero della Cultura in sostituzione del Bonus Cultura 18 App.
Fino al 30 giugno è possibile richiedere entrambe le Carte: ciascuna è individuale, nominativa e del valore nominale di 500 euro ed è utilizzabile entro e non oltre il 31 dicembre dell’anno in cui i beneficiari si sono registrati sulla piattaforma. Le due Carte sono cumulabili tra loro.
I nuovi bonus riguardano esclusivamente coloro che hanno compiuto 18 anni dal 1° gennaio 2023, ossia i nati nel 2005.

Carta del merito 2024

La “Carta del merito” è riconosciuta a tutti i residenti nel territorio nazionale in possesso, ove previsto, di permesso di soggiorno in corso di validità, che hanno conseguito, non oltre l’anno di compimento del diciannovesimo anno di età, il diploma di maturità presso istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado con una votazione di 100 o 100 e lode. La Carta è assegnata e utilizzabile nell’anno successivo a quello del conseguimento del diploma.

Carta cultura giovani 2024

La “Carta della cultura giovani” è riconosciuta a tutti i residenti nel territorio nazionale in possesso, ove previsto, di permesso di soggiorno in corso di validità, appartenenti a nuclei familiari con ISEE non superiore a 35.000 euro. La Carta è assegnata e utilizzabile nell’anno successivo a quello del compimento del diciottesimo anno di età.

Come si attivano

Ciascuna Carta è generata attraverso una piattaforma informatica, utilizzabile tramite accesso alla rete Internet, nel rispetto della normativa vigente in materia di trattamento dei dati personali.
Per partecipare all’iniziativa, i giovani e gli esercenti interessati possono registrarsi sul sito www.cartegiovani.cultura.gov.it. secondo le modalità previste.
La piattaforma prevede la generazione, nell’area riservata di ciascun beneficiario registrato, di buoni di spesa elettronici, con codice identificativo, associati all’acquisto di uno dei beni o servizi consentiti dall’articolo 1, comma 357, della legge n. 234 del 2021, come sostituito dall’articolo 1, comma 630, lettera a), della legge 29 dicembre 2022, n. 197.

Cosa è possibile acquistare

Le Carte possono essere usate per acquistare biglietti per rappresentazioni teatrali, proiezioni cinematografiche e spettacoli dal vivo; per l’acquisto di libri, abbonamenti a quotidiani e periodici anche in formato digitale; per musica registrata e prodotti dell’editoria audiovisiva. Con le Carte è, inoltre, possibile acquistare anche titoli di accesso a musei, mostre, eventi culturali, aree archeologiche e parchi naturali.
Il credito può essere usato per partecipare a corsi di musica, teatro, danza e lingue straniere. Sono esclusi dal novero dei prodotti acquistabili i videogiochi e gli abbonamenti per l’accesso a canali o piattaforme che offrono contenuti audiovisivi. Le Carte non possono essere convertite in buoni di spesa sostitutivi generati dall’esercente.

Addio alla 18App: reddito e merito i nuovi requisiti

Abolita dal governo Meloni, la cosiddetta 18 App va in soffitta per lasciare il posto alle due nuove card previste dalla Legge di Bilancio 2023.
Se il bonus cultura 18 App era a disposizione di tutti i neomaggiorenni, i nuovi strumenti prevedono, come visto, due requisiti imprescindibili: si deve avere un Isee di massimo 35mila euro (Carta  Cultura Giovani) e bisogna ottenere il massimo dei voti all’esame di maturità (Carta del Merito).
Per i neodiciottenni che si trovino in entrambe le condizioni (di reddito e di merito) il bonus sarà di mille euro.
Il nuovo regolamento prevede uno stanziamento fino ad un massimo di 190 milioni di euro annui. In precedenza, i fondi ammontavano a 230 milioni.

 

Clicca sul banner per leggere Territori della Cultura