fbpx

Al via il bando “ Premio delle arti Giulia Farnese: fascino e mistero”

da | 28 Gen 2024 | Flash News

A 500 anni dalla morte di Giulia Farnese detta la Bella, 23 marzo 1524, l’associazione Tuscia in fiore ETS , aderisce al Comitato Promotore delle celebrazioni del V° Centenario e promuove la mostra itinerante ed il “premio delle arti” ispirate a “Giulia Farnese, Fascino & Mistero”.
Il mito di Giulia Farnese cattura chiunque ne venga a conoscenza, ma l’amante di un papa e la sorella di un altro deve ancora conquistare il proprio posto nella mitologia italica. Giulia deve riconquistare il ruolo che le spetta nella storia. A partire dal 2024 eventi e manifestazioni saranno legate al V* Centenario della morte di Giulia Farnese tra cui l’iniziativa di TUSCIA IN FIORE ETS:
“ Premio delle arti Giulia Farnese: fascino e mistero”.

Il Premio delle arti Giulia Farnese
Narrativa: A cavallo tra il XV e XVI secolo Giulia lascia un segno nella storia. Sicuramente avanti rispetto ai propri tempi fu poi amministratrice illuminata, benefattrice e lottatrice per i diritti delle donne, dopo però essere stata usata fisicamente come pedina nei piani di potere della famiglia. Una ricerca google “Giulia Farnese”, trova più pagine in inglese che in italiano grazie alla fortunata serie tv americana “Borgia” che le ha dato un volto simile all’opera di Raffaello erroneamente indicato come Giulia Farnese. L’obiettivo del premio è la diffusione universale del mito della migliore amica della più famosa Lucrezia Borgia. L’arte può aiutare all’esaltazione del simbolo della fascino della bimba rinchiusa nel palazzo del vecchio cardinale di cui non si hanno immagini a causa della “damnatio memoriae” voluta dal fratello, futuro Papa Paolo III. Questa mancanza di immagine, accettata da tutti gli storici dell’arte, ne esalta il mistero ma allo stesso tempo nasconde Giulia la Bella in un piccolo angolo tra il mito e la leggenda non universalmente conosciuti. Molto è stato scritto ma serve un simbolo per comunicare: l’immagine di Giulia creata dagli artisti.
La mostra-Premio vuole anche creare un “filone” Giulia Farnese dopo le celebrazioni del quinto centenario. Oltre al primo premio, la mostra diventa veicolo per diffondere il mito Italia attraverso Giulia la Bella nel mondo.

Partners: Comune di Carbognano, Prov. di Viterbo, Centro Commerciale Tuscia, Casa Civita (Civita di Bagnoregio VT), Comune di Sutri, Movimento Arcaista Internazionale, Società Autostrade per l’Italia, F.I.D.A.P.A., Artisti della Solidarietà & Lions Club International distretto 108L-Viterbo, Inner Wheel Club Viterbo Distretto 208, Confraternita del Gonfalone, Casa Editrice Serena, GlocalProject Consulting

Programma del Premio
Ente organizzatore Tuscia in fiore ETS tusciainfiore.it
Specifica tecnica La mostra su circa 100mq è composta da circa 15 opere d’arte (le finaliste del concorso) pannelli in italiano ed inglese ed un modellino del castello di Giulia.
Location Marzo 2024: Vernissage della mostra nell’anniversario ;
Aprile 2024: Civita di Bagnoregio, palazzo Alemanni;
Maggio 2024: Nelle location del festival Tuscia in fiore
Estate 2024: Tarquinia, Marta, Bolsena (VT)
Autunno 2024: CCTuscia, Proceno, Tuscania, Sutri, Firenze (?), Cagliari (?)
Giubileo: 2025: Autogrill della rete Autostrade
2026: Istituti italiani di cultura, gallerie d’arte e musei nel mondo.
.
Crono-programma:
1. Fino alle 23:59 del 25 Febbraio 2024, sottomissione in forma digitale della proposta artistica a info@tusciainfiore.it ;
2. Il 4 marzo vengono annunciati i finalisti sui social, con Comunicati Stampa e, in forma diretta, ai selezionati;
3. Entro al 14 marzo 2024 le opere finaliste, pronte per l’esposizione, debbono raggiungere l’indirizzo:
Via San Biele n. 18, VT 01100 c/o Claudio Fortugno.
4. 23 Marzo 2024 apertura mostra;
5. 23 Marzo 2024 annuncio delle opere vincenti: migliore riproduzione, migliore opera, opera più creativa.
6. Dal 1 Aprile 2024 inizio mostra itinerante;
7. Dal 3 febbraio 2025 inizio mostra itinerante in collaborazione con Autogrill Italia (in occasione dell’anno del Giubileo);
8. Dal 2 gennaio 2026 inizio mostra itinerante mondiale curata da GlocalProject Consulting con Tuscia in Fiore;

Il Bando in sintesi
La giuria è composta di cinque commissari.
La selezione ed il numero delle opere finaliste è a giudizio insindacabile della giuria;
Ogni artista può sottomettere solo una opera originale.
Sono ammesse tutte le forme d’arte: pittura (tutte le tecniche), scultura (tutti i materiali), stampante 3D, digitale, polimaterica e foto.
Le opere debbono essere min 50 a max 100 cm per dimensione.
Le opere finaliste, sebbene di proprietà degli artisti, debbono essere disponibili almeno fino all 2027 per le mostre itineranti.
Le opere finaliste debbono essere inviate alla commissione imballate e pronte per la spedizione internazionale in container.
Per le opere, per esclusiva volontà dell’artista, donate all’ente Tuscia in Fiore, sarà realizzata una mostra permanente sempre itinerante o devolute per azioni di beneficienza.

Info: tusciainfiore.it; info@tusciainfiore.it

Clicca sul banner per leggere Territori della Cultura