fbpx

Presentata la terza edizione di Roma Arte in Nuvola

da | 20 Ott 2023 | Arte e Cultura, Mostre ed Eventi

La Fiera internazionale di Arte Moderna e Contemporanea

Presentata nella sala del Tempio di Vibia e Adriano, la Fiera internazionale di Arte Moderna e Contemporanea ”Arte in Nuvola” giunta alla terza edizione. L’appuntamento per le tre giornate dell’evento è dal 24 al 26 novembre 2023 nella sede, oramai storica della fiera: la Nuvola di Fuksas all’Eur .
Accolti da Alessandro Nicosia, ideatore ed organizzatore della Fiera, erano presenti al tavolo dei relatori: Alessandro de Pedys direttore generale per la diplomazia culturale del Maeci; Fabio De Chirico direttore generale per l’arte contemporanea al MiC; Ilaria Miarelli Mariani direttrice dei musei civici di Roma capitale; Mary Ellen Miller incaricata d’affari dell’ambasciata d’Australia; Ernesto Furstemberg Fassio presidente di Banca Ifis; Adriana polveroni direttrice artistica di Roma Arte in Nuvola; Vittorio Sgarbi sottosegretario al MiC che ha chiuso con il suo intervento la conferenza di presentazione.
Forte dei 36.000 visitatori per la seconda edizione, torna “Roma Arte in Nuvola” prodotta da C.O.R. con la direzione artistica di Adriana Polveroni e con la consulenza di Valentina Ciarallo. Il manifesto della terza edizione si deve a HAGIHARA TAKUYA, artista e graphic designer giapponese.
Spiega Alessandro Nicosia: “Gli obiettivi principali che mi ero proposto quando decisi di costruire una importante fiera d’arte moderna e contemporanea a Roma erano quelli di: costruire un evento in linea con le specificità e le caratteristiche di Roma; presentare accanto alle gallerie – al centro del progetto – installazioni di artisti italiani e internazionali, performance di giovani e mostre (che da oltre trent’anni organizzo/produco); rivolgersi non solo agli addetti ma anche al grande pubblico, affinché si potessero trovare stimoli nuovi, per avvicinare all’arte moderna e contemporanea grazie a un’offerta così diversificata. Posso affermare che quanto auspicato si realizza in questa terza edizione.”

I numeri della terza edizione 2023
150 gallerie partecipanti, nazionali ed estere, con una significativa presenza dal Sud Italia e dall’estero, per citarne solo alcune: Londra, Parigi, Barcellona, Dubai, Tel Aviv, New York, Osaka e perfino dalle Seychelles.
Oltre 14.000 metri quadri di spazio espositivo, suddivisi fra arte moderna (general floor) e contemporanea (piano forum).
6 installazioni, tra queste, l’installazione esterna alta 7,80m dell’artista albanese Helidon Xhixha.
Una grande mostra con oltre 20 opere di Alighiero Boetti, di cui nel 2024 si celebreranno i trent’anni dalla scomparsa; uno dei principali protagonisti del gruppo dell’Arte Povera, realizzata in collaborazione con la Galleria Tornabuoni Arte.

La partecipazione del Ministeri della Cultura e degli Esteri e di Roma Capitale
Tre istituzioni pubbliche, con esposizioni di grande prestigio, segnano la grande crescita della manifestazione che si posiziona così, a livello internazionale, tra le più importanti fiere come la Frieze Art a Londra, Armony Show a New York o Parigi.+ a Parigi.
Il Ministero della Cultura, sotto il payoff “Il MiC per Roma Arte in Nuvola”, riunisce la presenza di diverse istituzioni museali e culturali dal MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo, presente con due opere centrali della propria Collezione, al Museo delle Civiltà partecipe con diversi artisti fra cui Victor Fotso Nyie e la sua opera in ceramica Suivre ses Reves, dalla Galleria Nazionale di Arte Moderna e Contemporanea che espone Nero bianco nero (1955), opera iconica di Alberto Burri fino all’Archivio Luce Cinecittà che presenta due postazioni/installazioni site specific; al piano terra, una presentazione di cinegiornali dedicati alle grandi mostre degli anni Sessanta, mentre al secondo piano una rassegna di film prodotti dall’Archivio e dedicati all’arte contemporanea.
Il Ministero degli Esteri partecipa con l’esposizione di 50 delle 680 opere (in comodato gratuito) che compongono la Collezione Farnesina nata nel 1999 per iniziativa dell’ambasciatore Umberto Vattani. In esposizione artisti tra i tanti del calibro di Michelangelo Pistoletto, Mimmo Paladino, Afro, Agostino Iacurci e Tomaso Binga.
Roma Capitale, con la mostra La Città delle Donne, che prende corpo dalla metafora di felliniana memoria e che si struttura in un suggestivo percorso visivo elaborato sul corpo della donna che quasi non distingue più il valore semantico del corpo con quello stesso della città di Roma.

L’Australia paese ospite
Dopo Israele nella prima edizione e poi l’Ucraina nel 2022, quest’anno è l’Australia il Paese ospite straniero che presenta un’offerta espositiva d’arte aborigena tradizionale e contemporanea Il padiglione ospiterà la mostra d’arte aborigena “Threads and Lands”: pittura, scultura, lavorazione del legno e arazzi compongono una collezione dinamica, la cui narrazione curatoriale si ispira alla materialità fisica delle opere d’arte e ai processi di creazione. Tra gli artisti ospitati Witjiti George, Nyunmiti Burton, Yaritji Heffernan e Zaachariaha Fielding.

Premi 2023
Premio The Best .Per la migliore presentazione d’artista per stand, allestimento, comunicazione, grafica.
Premio Young. Per il coraggio, la cura, il valore della proposta con cui una giovane galleria (non oltre i 5 anni di vita) si impegna nel presentare un artista, anche egli/ella giovane.
Premio Discovery.  Premio per l’impegno nella valorizzazione di un artista, la cui ricerca ed il cui apporto artistico d’indiscusso valore storico, siano stati riportati all’attenzione del pubblico grazie al lavoro d’investimento, promozione e diffusione della galleria e dei Musei negli ultimi cinque anni.

Info: Roma Arte in Nuvola, 24-26 novembre 2023. Sede: La Nuvola – Roma Eur
www.romaarteinnuvola.eu

Clicca sul banner per leggere Territori della Cultura