fbpx

Fondazione San Carlo vs Lissener secondo round

da | 12 Ott 2023 | Flash News

Da un lato il direttore con il suo collegio difensivo (il giuslavorista Claudio Morpurgo, il costituzionalista Giulio Enea Vigevani e l’esperto di governance Pietro Fioruzzi), e dall’altro lato l’Avvocatura per la Fondazione San Carlo, tutti presenti, in udienza, davanti ai giudici della della seconda sezione Lavoro del Tribunale di Napoli a seguito del reclamo presentato dalla Fondazione contro il reintegro del sovrintendente.

Il 12 settembre il tribunale di Napoli aveva reintegrato l’ex sovrintendente e direttore artistico Stephane Lissner. A stabilirlo il giudice del lavoro Clara Ruggiero, la quale aveva accolto il ricorso dell’ex manager francese, dal primo giugno “pensionato” in anticipo sulla scadenza naturale del contratto (marzo 2025). Una recente norma del governo Meloni con il decreto sugli enti pubblici del 10 maggio 2023, ha equiparato a 70 anni il limite di età per i direttori italiani e stranieri delle fondazioni lirico-sinfoniche, motivo per cui Lissner ha dovuto lasciare (annunciando il ricorso alla giustizia) il suo posto al successore Carlo Fuortes, già sovrintendente al Teatro dell’Opera, ex amministratore delegato della Rai in “trattativa” per un  nuovo incarico adeguato.
Il collegio dei giudici dovrà ora decidere se Lissner potrà restare al suo posto almeno fino al giudizio di merito atteso per gennaio prossimo. La decisione è attesa a brevissimo. Di certo fin d’ora ci sono i risarcimenti cospicui, a carico delle risorse pubbliche, che l’una o l’arta parte chiederà all’esito della decisione finale.

Clicca sul banner per leggere Territori della Cultura