fbpx

Parco di Paestum-Velia.  Alla luce preziosa gemma con immagine di Zeus in trono.

da | 27 Set 2023 | Archeologia, Arte e Cultura

Emergono tesori preziosi dalle campagne di scavo nel Parco archeologico di Paestum-Velia condotte dalla Scuola di specializzazione in Archeologia dell’Università degli Studi di Salerno e dell’Orientale di Napoli, coordinate da Fausto Longola. Tra i tesori compaiono una moneta in bronzo con il volto di Marco Aurelio Probo e una gemma con l’immagine di Zeus in trono, con l’aquila e lo scettro. Il ritrovamento, in un’area del sito archeologico, poco esplorata di 700 metri quadri. Qui gli archeologi stanno portando alla luce nuove scoperte del del racconto della città di Paestum, come l’impianto termale, probabilmente utilizzato fino al III secolo d.C, che sta tornando alla luce e prende forma assieme alla ricostruzione delle strutture della città dove i muri crollati con tutti i blocchi e le colonne ancora adagiati al suolo, fanno ipotizzare un violento terremoto, forse più di uno.
«Proviamo a ricostruire le trasformazioni urbane e paesaggistiche nel tempo» spiega Tiziana D’Angelo il direttore del Parco Archeologico che annuncia entusiasta la riapertura imminente del museo archeologico di Elea-Velia rinnovato e nuovi percorsi di visita per i visitatori sempre più numerosi.

Clicca sul banner per leggere Territori della Cultura