fbpx

A Roma è stato ritrovato il leggendario Teatro di Nerone

da | 31 Lug 2023 | Arte e Cultura

Nel cortile e nei giardini di Palazzo delle Rovere a Roma, sede dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, è emerso l’antico Teatro di Nerone, che era collocato all’interno della vasta area degli Horti di Agrippina. Con parte della cavea, della scena frontale, della scala di accesso, sono emerse anche diverse colonne in marmo bianco e colorato, africano e cipollino, oltre a preziosi reperti come un capitello in stile ionico in alabastro.

L’indagine archeologica, condotta dalla Soprintendenza speciale di Roma, dopo i primi sondaggi iniziati a gennaio del 2020, ha restituito una articolata stratigrafia che va dalla tarda Età Repubblicana al Medioevo, fino al Quattrocento. Gli scavi hanno restituito reperti eccezionali come rarissimi esemplari di calici vitrei a colonnetta; brocche e materiale ceramico; ossi di animali lavorati per creare strumenti musicali e cerniere per mobili; oltre a numerosi oggetti legati ai pellegrini come i grani di rosari e le insegne. Di notevole importanza è anche il rinvenimento di una successione di tracciati stradali più volte rifatti e sistemati, collegati all’approdo sul Tevere a valle di Ponte Sant’Angelo, o Portus Maior. Dagli strati di abbandono delle strade provengono due insegne da pellegrino (Volto Santo di Lucca e Santa Vergine di Rocamadour) e una fiaschetta sagomata a forma del gallo di San Pietro.

Il ritrovamento è avvenuto dopo 3 anni di scavi che hanno permesso di riportare alla luce non solo strutture ma anche  decorazioni e numerosi oggetti. Infatti oltre al Teatro di Nerone, quinto imperatore romano, sono stati ritrovati reperti che coinvolgono un ampio arco cronologico, con anche alcune testimonianze dei pellegrinaggi medievali nella zona della sepoltura dell’apostolo Pietro. Daniela Porro, soprintendente speciale di Roma ha così commentato: “È una scoperta di eccezionale importanza che testimonia il luogo dove Nerone provava le sue esibizioni poetiche e canore, noto da fonti antiche ma mai ritrovato. Di grande interesse – continua il soprintendente – anche i rinvenimenti medioevali di questa importante area della città”.

La Sovrintendenza e l’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme stanno lavorando assieme alla realizzazione di un progetto che permetta di valorizzare gli scavi e di renderli almeno in parte fruibili; sicuramente si potranno presto ammirare gli oggetti ritrovati durante gli scavi, che verranno inseriti in uno spazio museale a Palazzo della Rovere. Le immagini dell’eccezionale scoperta del teatro di Nerone e degli scavi archeologici sono state realizzate in esclusiva da Rai Storia per il programma ‘Sotto il suolo di Roma’, in onda a ottobre.

Clicca sul banner per leggere Territori della Cultura