Asta da record per Frida Kahlo: è sua l’opera latinoamericana più costosa al mondo

da | 19 Nov 2021 | Arte e Cultura

“Diego y yo” è il nome dell’ultimo autoritratto di Frida Kahlo (1949), che recentemente è stato battuto all’asta da Sotheby’s per 34,9 milioni di dollari, diventando così l’opera d’arte latinoamericana più costosa al mondo.

La particolarità del dipinto della Kahlo, risulta doppia dal momento che “Diego y yo” ha abbattuto il record per l’opera d’arte latinoamericana più dispendiosa mai venduta in un’asta, conquistato precedentemente dal marito, celebre muralista messicano, Diego Rivera, che finora deteneva il record con “Los Rivales”, e che è anche il protagonista dell’opera della Kahlo. L’autoritratto infatti, seppur di dimensioni esigue (30 per 22,4 cm), raffigura sia la Kahlo che guarda in lacrime lo spettatore con i capelli sciolti quasi a volerla strangolare, in sostituzione della sua treccia ben annodata, sia Diego Rivera con il suo volto posto al centro della fronte della moglie.

Il dipinto a olio che suscita sofferenza e angoscia è forse la rappresentazione di un rapporto intenso ma anche turbolento. Frida Kahlo e Rivera infatti si erano sposati due volte: prima nel 1928 e poi nel 1940. Lei scrivendo di lui disse: “Ho avuto due grandi incidenti nella vita: il primo quando un autobus mi ha investito, l’altro incidente è stato Diego”. A peggiorare le cose ci fu poi la relazione extraconiugale di Diego con l’attrice Maria Felix, proprio nel 1949, anno di realizzazione del dipinto di Frida.

Forse è per questo cheAnna Di Stasi, specialista di Sotheby’s per l’arte latino-americana che ha raccolto al telefono l’offerta più alta per l’acquisto del quadro, ha commentato così: “Quella di stasera non è solo il massimo della vendetta: è anche la conferma del talento straordinario e del fascino globale esercitato da Frida”. L’attrattiva dei suoi lavori e della sua vita tormentata ha infatti portato Eduardo F. Costantini, fondatore del Malba (Museo de Arte Latinoamericano de Buenos Aires di Buenos Aires), ad acquistare il dipinto della Kahlo per la sua collezione privata e non per la sua pinacoteca. Costantini d’altronde è un appassionato delle opere della coppia Kahlo-Rivera, tanto da aver acquistato “Danza in Tehuantepec” (1928) di Diego Rivera per ben 15 milioni di dollari nel 2016.

Ma Frida con il suo “Diego y yo” acquistato da Costantini, ha abbattuto anche un altro record: ad oggi è la seconda opera d’arte, tra quelle femminili, più costose al mondo mai vendute in un’asta, dietro la natura morta “Jimson weed/White flower no.1” (1932) acquistato per 44,4 milioni di dollari, della pittrice Georgia O’Keeffe.