fbpx

Enit Nominato l’A.D. ma il CdA ancora non lo sa

da | 5 Lug 2021 | Persone e carriere, Turismo

Foto: Giuseppe Albeggiani

Il 28 giugno 2021 al Grand Hotel Tremezzo a Tramezzina (CO) si è tenuta la conferenza stampa per l’inaugurazione della stagione turistica italiana per l’Estate 2021. Invitati i massimi rappresentanti del settore dal ministro Garavaglia al presidente della regione Lombardia , il ministro del turismo di San Marino, i rappresentanti di Federturismo e Federalberghi; non mancava il presidente dell’Enit Giorgio Palmucci. La sorpresa è stata la presenza, alla tavola rotonda, dell’ amministratore delegato di Enit rappresentato da Giuseppe Albeggiani. Una sorpresa perchè la posizione è ancora “sulla carta”; istituita per volontà del ministroFranceschini che “infilò” la modifica all’organizzazione dell’Enit nel DPCM inizio 2020, assieme alle misure più urgenti da adottare per affrontare l’emergenza Covid. Il CdA di Enit ha nominato il suo primo amministratore dopo la riorganizzazione? Quando? Nel sito web dell’Enit compaiono gli attuali 3 componenti previsti dallo statuto: Palmucci (presidente) Antonioli e Pappalardo. Visto che sono tutti in carica c’è un quarto componente (esterno?) nominato amministratore delegato? Impossibile.

Abbiamo provato a conoscere meglio la situazione. Il ministro Garavaglia ha nominato con proprio decreto Giuseppe Albeggiani amministratore delegato dell’Enit come previsto dalla modifica “Franceschini” allo statuto. Sempre il ministro, ha comunicato con lettera a Federalberghi, Fedeturismo Confindustria, Confturismo, Assoturimo Confesercenti e Fiavet, la nomina dell’amministratore delegato. Non c’è stato però alcun Cda, formalmente necessario, per la nomina di Giuseppe Albeggiani che da quello che si legge e si dice in via Marghera (sede dell’Enit), “si è portato avanti con il lavoro” partecipando, a carico dell’Enit, ad eventi diversi oltre a frequentare la sede Enit e interloquire con il personale ( e la privacy?). Nulla di male ma più trasparenza per le procedure non guasta. Probabilmente nei prossimi giorni, a breve, sarà convocato il Cda dell’Enit dove Magda Antonioli dovrebbe presentare le proprie dimissioni da componente il CdA e consentire l’ingresso di Giuseppe Albeggiani. Poi il CdA formalizzerà, come da statuto, la nomina dell’amministratore delegato. Magda Antonioli non dovrebbe rimanere senza un incarico ma verrebbe nominata componente dell’Osservatorio Nazionale del Turismo (ONT- affidato all’ENIT, ha il compito di studiare, analizzare e monitorare le dinamiche socio-economiche del turismo). Sorgono ancora alcune domande su come verranno ridistribuiti i poteri di gestione, attualmente divisi tra il presidente Palmucci ed il direttore esecutivo Bastianelli, ripartiti poi tra Presidente, Amministratore delegato e Direttore esecutivo. Qualcuno potrebbe essere di troppo?.

Chi è Giuseppe Albeggiani prossimo amministratore dell’Enit? Leggendo il curriculum, pieno di esperienze in vari settori, è però privo di esperienza significativa nel turismo. Mantovano, classe 1959, laureato alla Sapienza di Roma e con specializzazioni a Yale ed Ucla, sportivo ed esperto di marketing multietnico; esperienza derivata probabilmente dalla sua attività imprenditoriale con la Etnokom Etnomarketing. Ha avuto esperienza nel marketing e vendite della Sampdoria ed ha lavorato per alcune multinazionali della comunicazione come strategic planner in J.Walter Thompson, Saatchi&Saatchi, DMB&B; nel lusso come direttore marketing alla Bulgari Corporation of America a New York; nelle comunicazioni come advertising manager presso la Stet Hellas di Atene. E’ stato membro del consiglio della Fondazione Svizzera Music and Movie produttrice agli inizi degli anni 2000 del festival Orvieto Musical Cinema ed editorialista sul tema Marketing e Etica per il quotidiano free press Metro.

La scelta del ministro Garavaglia per l’amministratore delegato dell’Enit potrebbe avere aspetti positivi nel breve periodo, La competenza nel marketing e nella comunicazione, invece che nel turismo, non esclude la capacità di acquisire velocemente competenze nel settore specifico e nell’immediato, migliorare la reputazione dell’Enit, sollevandola dal basso livello in cui si trova.

Clicca sul banner per leggere Territori della Cultura