fbpx

Siena approva due progetti per la valorizzazione delle vie Francigena e Lauretana

da | 9 Lug 2019 | Turismo

Foto: Monteriggioni

Continuano le azioni di valorizzazione e promozione dei cammini storici primi tra tutti la via Francigena. Ieri, su proposta dell’assessore al Turismo Alberto Tirelli, la giunta comunale di Siena ha approvato, due delibere per la promozione turistica e il miglioramento della Via Francigena attraverso l’individuazione di percorsi a cavallo, e della Via Lauretana che avrà a breve un piano della segnaletica che permetterà la piena fruizione dell’antico cammino.

“La Francigena e la Lauretana rappresentano una eccezionale opportunità per far conoscere il nostro splendido territorio – spiega Tirelli – e in più rispondono alla strategia di puntare a una promozione che non sia soltanto racchiusa tra le mura della città ma sappia valorizzare tutto le bellezze senesi, facendo rete con altri enti e amministrazioni”.

L’intervento sulla Francigena, riguarda una proposta progettuale del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agrarie, Ambientali e Forestali dell’Università di Firenze volta ad allargare l’offerta turistica collegata alla Via Francigena Toscana, realizzando un itinerario sia ciclabile che equestre, oltre che escursionistico. Si punta così a raggiungere un target turistico, quello dell’equiturismo che conta a livello internazionale 30 milioni di appassionati in tutta Europa ed un giro d’affari di 9 miliardi di euro. Le tappe senesi della Francigena vanno da San Gimignano a Celle sul Rigo per un totale di circa 150 kilometri, e toccano Abbadia Isola (Monteriggioni), Lecceto (Siena), Buonconvento, San Quirico d’Orcia e Campiglia d’Orcia.

“Numeri importanti che si sommano alla particolarità del turista a cavallo che è particolarmente sensibile a un’offerta che si arricchisce di visite guidate al patrimonio artistico e architettonico, alla conoscenza e degustazione dei prodotti tipici e alla visita di parchi e musei – dice ancora l’assessore -. Una rete ben fatta di percorsi a cavallo, che può essere percorsa anche in altri modi, garantisce una vasta offerta di escursioni, mantenendo il turista sul territorio e destagionalizzando le presenze in periodi come la primavera e l’autunno che sono i migliori per chi ama le passeggiate a cavallo”.

E’ sempre del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agrarie, Ambientali e Forestali dell’Università di Firenze, su incarico della Regione Toscana, il progetto di segnaletica previsto per la via Lauretana. C’è ora il via alla messa in opera della cartellonistica con l’obiettivo di rendere questo cammino pienamente fruibile nel tratto che va da Siena a Cortona completando il progetto di valorizzazione storico, culturale, paesaggistica e turistica della Via Lauretana e di tutti i territori interessati.

Sullo stesso tema, oggi alle ore 12, in sala Barile di palazzo del Pegaso (via Cavour, 4) a Firenze, viene presentato il progetto ”Via Francigena termale” la pubblicazione ”I racconti della Francigena o la Francigena globale”, un volume di storie e dipinti pubblicato dal Consiglio regionale con il patrocinio del comune di Gambassi Terme. Gli autori Enzo Fileno Carabba e Carlo Romiti descrivono un viaggio dove la strada dei pellegrini è lo scenario in cui si muove un’umanità varia e interessante, con personaggi che arrivano da ogni angolo del mondo, pronti a raccontare storie che potrebbero essere le nostre.

Clicca sul banner per leggere la rivista