fbpx

La Regione Lazio presenta il Piano turistico triennale 2019-2021

da | 26 Giu 2019 | Turismo

Presentato ieri in Commissione regionale Cultura, spettacolo, sport e turismo il Piano turistico triennale 2019-2021 della Regione Lazio. Il documento di programmazione previsto dalla legge regionale n. 13 del 2007, illustrato dall’assessore al turismo Lorenza Bonaccorsi, definisce i principali obiettivi del settore turistico regionale con particolare attenzione “alla crescita economica delle comunità laziali scegliendo un modello di turismo sostenibile che crea ricchezza ma la deve lasciare sui territori, sostegno alla delocalizzazione e destagionalizzazione, sempre rispetto alla centralità di Roma oggi invasa da un turismo massificato” ha sottolineato l’assessore Bonaccorsi “tutto il Piano è costruito in relazione agli obiettivi prioritari del Piano strategico nazionale: sostenibilità, innovazione, accessibilità, intersecate con tutte le azioni”.

“Il testo finale – ha spiegato l’assessore – è frutto di un percorso partecipato attraverso gli Stati generali del turismo con cinque incontri, uno per provincia, 43 tavoli di lavoro e circa 80 contributi scritti. Il turismo è un settore in costante crescita – ha proseguito – costante crescita in Italia e nella nostra regione. Al primo posto per paesi di provenienza ci sono gli Stati Uniti (3,4 milioni di presenze), al secondo la Germania (1,6 milioni) e al terzo il Regno Unito (1,4 milioni). Importante è il flusso da tutto il nord Europa. Rispetto al piano precedente 2015-2017 si sono definite 9 aree territoriali e non più 7, aggiungendo Roma perché con caratteristiche a sé stanti e istituito l’area Litorale del Lazio per fotografare meglio bisogni e criticità del litorale. Sono stati quindi individuati quattro ambiti strategici, definiti cluster: turismo culturale e identitario, grandi eventi, turismo outdoor, salute, enogastronomia e turismo rurale”.

Roma rappresenta l’80% delle presenze in regione, invece il litorale riesce ad attrarre l’11% delle presenze ed il resto del territorio può contare sul restante 9% delle presenze turistiche.

“Roma è un brand fortissimo, una delle parole più ricercate su Google”, occorre rafforzare il brand Lazio, ma “per pensare di costruire un brand Lazio con le risorse che abbiamo porta a mettere in campo strategie particolari”. “Non è un libro dei sogni che non servirebbe a nessuno”, ha concluso l’assessore.

Nei prossimi giorni il Piano verrà adottato in Giunta per poi passare al vaglio dei pareri delle commissioni consiliari competenti. L’iter si chiuderà con la discussione e l’approvazione definitiva del Consiglio regionale prevista entro l’estate.

Clicca sul banner per leggere la rivista