Massimo Osanna rinominato a Pompei. Simone Quilici all’Appia Antica

da | 22 Mag 2019 | Arte e Cultura

E’finita l’attesa per conoscere il nuovo direttore del Parco archeologico di Pompei. Il ministro Bonisoli dopo ulteriori colloqui svolti ieri con i candidati ( assieme ad Osanna, Maria Grazia Filetici e Maria Paola Guidobaldi), ha scelto Massimo Osanna alla guida dell’area archeologica di Pompei. Il ”nuovo” direttore ha diretto l’area archeologica di Pompei fino alla scadenza del suo contratto di 4 anni, il 4 gennaio 2019. Per il parco archeologico dell’Appia Antica il Direttore generale Musei Antonio Lampis, a cui compete la nomina dei direttori di “seconda fascia”, ha indicato l’architetto Simone Quilici (nella terna con Federica Rinaldi e Rita Volpe).

Osanna fu inviato a Pompei dal ministro Massimo Bray, come Soprintendente Speciale delle aree archeologiche di Pompei, Ercolano e Stabia; poi con la nuova organizzazione del Mibact voluta da Franceschini è stato riconfermato nella nuova posizione di direttore di Pompei. Osanna dal 2015 è professore ordinario di Archeologia classica all’Università Federico II di Napoli. Autore di numerosissime pubblicazioni, Osanna, archeologo classico, aveva cominciato la carriera nella sua Basilicata, dove aveva, tra le altre cose, ricoperto l’incarico di direttore della Scuola di Specializzazione in Archeologia dell’Università degli studi della Basilicata.

“Massimo Osanna riconfermato alla guida del Parco Archeologico di Pompei: una scelta in continuita’ con il Governo precedente, a dimostrazione della scelta giusta fatta nel 2016 e di quanto di buono e’ stato fatto in questi anni per il rilancio e la valorizzazione del sito”. Cosi’ Mario Casillo, capogruppo del Pd in consiglio regionale e referente del Grande Progetto Pompei per la Regione Campania. “A lui – aggiunge – vanno i miei auguri di buon lavoro con la consapevolezza che sapra’ portare a termine gli obiettivi previsti per il Grande Progetto Pompei, uno stimolo in piu’ per dare forza e sostanza anche agli interventi nella Buffer Zone”

Alla guida del parco dell’Appia Antica, Simone Quilici, architetto romano di 49 anni. E’ dal 2013 dirigente della Regione Lazio all’Area Valorizzazione del Patrimonio Culturale della Direzione Cultura e Politiche Giovanili. Ha approfondito le problematiche del Parco dell’Appia Antica sin dai suoi studi con una tesi di laurea e un successivo Dottorato di Ricerca sull’argomento. Ha fatto parte, nel 2017, del gruppo di lavoro inter-istituzionale Mibac-Regioni per la candidatura Unesco della Via Francigena.