fbpx

Leonardo: smentito dal ministro il prestito al Louvre di autoritratto e dell’Uomo Vitruviano

da | 6 Mag 2019 | Arte e Cultura

Franck Riester, ministro della Cultura francese scrive sul proprio profilo Twitter che il Louvre riceverà per i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, due delle sue opere più importanti. “Grazie alla cultura siamo riusciti a riavvicinare la Francia e l’Italia. Per la mostra che sarà organizzata a ottobre ci verranno prestate sia l’Uomo Vitruviano che l’Autoritratto” è quello che ha dichiarato anche alla trasmissione La Matinale.

Dal MiBAC arriva però la smentita: “Resto sorpreso delle dichiarazioni del mio omologo. Preciso che, nel corso della mia visita istituzionale con il Capo dello Stato Sergio Mattarella, nulla è stato deciso da entrambe le parti” precisa in una nota il ministro per i Beni e le Attività Culturali, Alberto Bonisoli.

Inoltre gli uffici tecnici del MiBAC hanno sconsigliato il prestito dell’Uomo di Vitruvio, la delicatezza dell’opera infatti porterebbe a un blocco di almeno 10 anni dall’esposizione. Anche il deputato di Fratelli d’Italia, Federico Mollicone ha dichiarato: “Le opere siano lasciate in proroga al museo di Venezia, muoverle rappresenterebbe un vero atto contro la Nazione”.

Argomento già trattato e notizia già smentita il mese scorso quando il quotidiano francese Le Figaro aveva svelato le trattative in fase avanzatissima fra Italia e Francia per cedere il fragile disegno di Leonardo. Anche allora il MiBAC si era affrettato a smentire la circostanza del prestito la quale aveva causato scissioni sulla decisione da prendere.

Se si tratti di un no definitivo è presto per dirlo: “Si dava per fatto un prestito che nessuno ha autorizzato, inoltre si tratta di opere la cui importanza non può conciliarsi con fughe in avanti – spiegano dal ministero – si stanno facendo accertamenti tecnici approfonditi senza i quali non si può neppure cominciare a parlare di mettere in viaggio questi capolavori”.

Clicca sul banner per leggere la rivista