fbpx

5 francobolli ed una moneta per festeggiare i 50 anni di attività del Comando TPC dei Carabinieri

da | 30 Apr 2019 | Arte e Cultura

Cinque francobolli, uno per ogni decennio, che riproducono i pezzi d’arte recuperati e a cui se ne aggiunge un sesto che raffigura il Palazzetto Raguzzini, sede storica del Comando in piazza Sant’Ignazio, a Roma; una tiratura di 300 mila esemplari di fogli (pari a 1 milione e 800 mila francobolli). Così il Comando Tutela Patrimonio Culturale dei Carabinieri festeggia i 50 anni dalla creazione (fondato nel 1969).

Il Giardiniere di Van Gogh, il Foglio di Salterio, il Ritratto di gentildonna detto ‘La muta’ di Raffaello, La Sacra Famiglia di Mantegna e il Volto d’Avorio risalente al I secolo dopo Cristo sono solo alcuni degli straordinari capolavori sottratti alla criminalita’ e restituiti alla collettivita’ nei 50 anni di attività. Oltre ai francobolli, emessi oggi dal ministero dello Sviluppo economico insieme alla Citta’ del Vaticano e il Sovrano Militare Ordine di Malta (del valore di 1,10€ ciascuno con bozzetti a cura di Maria Carmela Perrini), per celebrare il Comando, è stata realizzata anche una moneta coniata dal Poligrafico e Zecca dello Stato, prodotta in 5000 pezzi, disegnata da Luciana De Simoni e realizzata in bronzital, dal diametro di 27,5 mm e lo spessore di 2,3 mm; presenta sul dritto il logo ufficiale del Comando TPC e la sua sede storica di Piazza Sant’Ignazio a Roma, mentre sul rovescio, accanto ai reperti archeologici, le date 1969 e 2019 a ricordo dei 50 anni. La presentazione dei francobolli e della moneta è avvenuta ieri a Roma nelle sale del nuovissimo Museo dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato.

“Il Comando incarna l’essenziale necessita’ della tutela e della protezione dei nostri beni ed e’ l’esempio dell’eccellenza italiana”, ha detto la presidente di Poste italiane, Bianca Maria Farina, che ha spiegato come il foglio che contiene i francobolli ha sullo sfondo la riproduzione della Nativita’ con i santi Lorenzo e Francesco d’Assisi, l’opera del Caravaggio trafugata – e ancora non ritrovata – dall’Oratorio della Compagnia di San Lorenzo di Palermo. “E’ l’auspicio che possa essere ritrovata e restituita alla comunita’ “, ha aggiunto Farina

Lo stesso augurio e’ arrivato da Daniele Verga, consigliere diplomatico del dipartimento Affari esteri del Sovrano Militare Ordine di Malta. “Per la prima volta il Vaticano commemora su un francobollo un Corpo militare di un altro Paese”, ha spiegato Mauro Olivieri, capo ufficio filatelico e numismatico della Citta’ del Vaticano, mentre il generale Fabrizio Parrulli, comandante del Nucleo Tutela Patrimonio culturale, ha ricordato l’importanza dell’anniversario che verra’ celebrato anche con la mostra al Quirinale ‘L’Arte che salva l’arte’. “Il Caravaggio trafugato da Palermo- ha aggiunto- e’ sempre al centro delle nostre attenzioni. Le indagini non si sono mai fermate da 50 anni a questa parte”. “Il Nucleo- ha detto infine il sottosegretario ai Beni culturali, Gianluca Vacca- e’ una delle eccellenze italiane, un vanto che il Paese porta all’estero e che tutto il mondo ci invidia”.

I francobolli ed i prodotti filatelici correlati, cartoline, tessere e bollettini illustrativi, possono essere acquistati presso gli uffici postali con sportello filatelico, gli “Spazio Filatelia” di Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Roma 1, Torino, Trieste, Venezia, Verona e sul sito poste.it. E’ stato realizzato anche un folder in formato A3 verticale a due ante contenente i tre fogli dello Stato Italiano, della Città del Vaticano e S.M.O.M. ed una cartolina dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, al costo di 30 euro.

Clicca sul banner per leggere la rivista