La tecnica, il restauro la storia conservativa dei ritratti di Tiziano. A Capodimonte

da | 19 Mar 2019 | Flash News

Foto: Pier Luigi Farnese nel ritratto di Tiziano al Museo di Capodimonte

Quale tecnica utilizzava Tiziano per eseguire i suoi celebri ritratti? Come sono conservate oggi le sue tele? A questa e ad altre domande cerchera’ di dare risposte la giornata di studi I ritratti di Tiziano: tecnica e restauro organizzata martedi’ 19 marzo dalle ore 11.30 alle 14.00 al Museo e Real Bosco di Capodimonte nella sala 2, quella appunta dedicata a Tiziano con i dipinti fondamentali della celebre collezione Farnese. Si parlera’ della tecnica e della storia conservativa dei ritratti di Tiziano, per presentare anche i primi risultati di una campagna diagnostica, tuttora in corso, preliminare al restauro del dipinto Ritratto di Per Luigi Farnese, grazie al progetto “Rivelazioni – Finance for Fine Arts” di Borsa Italiana e al sostegno delle imprese ELITE campane: Tecno srl, Graded e Pasell attraverso la piattaforma Art Bonus. Dopo i saluti istituzionali del direttore Sylvain Bellenger e quelli di Giovanni Lombardi, presidente dell’Advisory Board del Museo e Real Bosco di Capodimonte, interverranno Paul Joannides dell’Universita’ di Cambridge per una presentazione sui ritratti farnesiani di Tiziano, Angela Cerasuolo capo dipartimento di restauro del Museo di Capodimone che ripercorrera’ le principali vicende conservative dei dipinti, Marco Cardinali e Beatrice de Ruggieri di “Emmebi Diagnostica artistica” che illustreranno le caratterizzazione dello stato di conservazione dei dipinti e faranno conoscere i materiali e i procedimenti esecutivi di Tiziano. Interventi conclusivi di Philippe Walter e Helen Glanville del Lams-Cnrs dell’Universita’ Sorbona di Parigi sulle indagini iperspettrali e Ma-Xrf: nuove frontiere della diagnostica. (Ren)

La partecipazione e’ libera; per maggiori informazioni: 081 7499130 / mu-cap.accoglienza.capodimonte@beniculturali.it.