fbpx

Bando per 16 giovani under 30 al Munda a L’Aquila

da | 8 Mar 2019 | Flash News

Il bando è stato pubblicato nei giorni scorsi sul sito del ministero, del Polo museale e del Munda (Museo nazionale d’Abruzzo), che sarà la sede del corso grazie a un’iniziativa del ministero alle Attività e ai beni culturali, in accordo con il Comune, nell’ambito del progetto “L’Aquila Città d’Arte”. 50 laureati under 30 scelti dopo una selezione, parteciperanno ad un corso di formazione sui beni culturali aquilani (previsto un rimborso spese individuale di 240 euro). Al termine del periodo di formazione, saranno scelti, tramite una selezione a colloqui, sedici giovani laureati che avranno un contratto di collaborazione retribuito per sei mesi di lavoro al Munda (dal 9 aprile all’8 ottobre 2019).Il contratto di collaborazione in regime di prestazione occasionale prevede un compenso di 5.000 euro lordi.La scadenza del bando è prevista per il 19 marzo, già il 21 marzo ci sarà la pubblicazione dei 50 ammessi, mentre le lezioni inizieranno il 26 marzo per una durata di 32 ore per 4 giorni. La domanda di candidatura, indirizzata al Polo museale d’Abruzzo, dovrà pervenire allo stesso entro e non oltre le ore 14:00 di martedì 19 marzo, mediante posta raccomandata o corriere o consegna a mano al Munda. I requisiti per partecipare richiedono meno di 30 anni di età, una laurea magistrale nelle seguenti classi: Archeologia, Conservazione dei beni culturali architettonici e ambientali, Storia dell’arte, Conservazione e restauro dei beni culturali, Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale, Filologia moderna, Filologia, Letteratura e storia dell’antichità. Conoscenza di almeno una lingua straniera.Al corso seguirà la stipula di un contratto di collaborazione in regime di prestazione occasionale della duraLa di sei mesi, per i 16 giovani individuati dalla graduatoria di merito. I giovani selezionati avranno come mansioni prioritarie l’attività di accoglienza e gestione dell’infopoint, l’attività divisi te guidate e di promozione dei luoghi della cultura dell’Aquila.«Un’opportunità per tanti giovani e per L’Aquila del futuro», per la direttrice del Polo, Lucia Arbace, che spiega: «Il bando vuole favorire la conoscenza del recupero del patrimonio culturale aquilano e costruire un modello di sviluppo locale sostenibile che concorra al rilancio dell’area».

Clicca sul banner per leggere la rivista