fbpx

“Le Lieu Commun” di René Magritte all’asta da Christie’s a Londra

da | 13 Feb 2019 | Arte e Cultura, Mostre ed Eventi

Il momento è arrivato: “Le Lieu Commun” opera del 1964 di René Magritte verrà messo all’asta per la prima volta come parte di “The Art of the Surreal Evening Sale” presso Christie’s Londra il prossimo 27 febbraio.

Il quadro, olio su tela, di dimensioni 100 cm per 81 cm, raffigura un uomo con la bombetta osservato da due diversi punti di vista, o forse due figure dall’identico aspetto, in una foresta surreale. L’opera, è già stata esposta a New York e poi a Hong Kong nel novembre 2018, a Pechino e Shangai nel dicembre 2018, a Taipei e Los Angeles nel gennaio/febbraio di quest’anno. Dal 22 al 27 febbraio sarà esposto a Londra in vista dell’asta fissata per il 27.

“Le Lieu Commun” fu commissionata a René Magritte (1898-1967) dal celebre collezionista Gustave Nellens prima di scomparire in collezioni private asiatiche, secondo Christie’s. Il dipinto è una delle quattro opere di Magritte raffiguranti un uomo con il cappello a bombetta. Di queste, “Le fils de l’homme”, realizzato per Harry Torczyner , è stato già battuto all’asta da Christie’s New York nel 1998 per 5,43 milioni di dollari a fronte di una base d’asta stimata tra i 2,5 milioni di dollari e 3,5 milioni di dollari. Le altre opere sul tema sono “La grande guerre” e “L’homme au chapeau melon”. Queste tre opere sono relativamente semplici nella forma: ognuna presenta un singolo soggetto (l’uomo con la bombetta) su uno sfondo chiaro, ma con una mela o una colomba bianca che gli oscurano completamente il volto.

Nel “Le Lieu Commun”, al contrario, Magritte mostra il volto del suo uomo dal cappello a bombetta, e ciò che colpisce maggiormente, però, è il modo in cui il pittore intreccia il suo soggetto ad una colonna di pietra rossa con una foresta alta e verde sullo sfondo. In una maniera nuova e originale, fa uso di una composizione simile a una striscia, in cui lo sfondo diventa in primo piano e il primo piano diventa lo sfondo. Per Olivier Camu, vicepresidente di Impressionist and Modern Art di Christie’s, “Le lieu commun è il dipinto più iconico di René Magritte da offrire in asta da Le fils de l’homme 20 anni fa. È altamente enigmatico e creativo”, aggiunge Camu, “Magritte gioca con il senso dello spettatore di ciò che è reale e ciò che può essere percepito. In modo univoco, vediamo questa figura sia davanti che dietro la colonna, posando di fronte alla foresta ma anche dietro di essa, in modo che sia rivelato e oscurato al tempo stesso. ”

Altre sei opere di Magritte saranno battute all’asta di The Art of the Surreal, per un totale di 34 lotti di 16 artisti tra i quali spiccano le sei opere di Max Ernst, le quattro di Joan Miró e una di Salvador Dalí del 1932, Sans Titre, che raffigura un palo rosso che sporge dalla piccola finestra rettangolare di una baracca di pescatori catalana. Quest’ultimo dipinto ha una base d’asta pari a 1,5 milioni di sterline.

Clicca sul banner per leggere la rivista