fbpx

Avviato in Valle d’Aosta il progetto di riorganizzazione del settore turistico

da | 17 Gen 2019 | Turismo

Riformare l’organizzazione turistica della Valle d’Aosta attraverso l’istituzione di un soggetto unico responsabile della promozione dell’offerta turistica regionale a 360 gradi, l’adozione di una strategia di marketing turistico che si basi sullo studio dei mercati e l’incentivazione dell’integrazione tra l’informazione, l’accoglienza turistica e la promozione; di questo si è discusso ieri nel Tavolo di confronto convocato dall’Assessore al Turismo Laurent Viérin a cui hanno partecipato tutti i soggetti, gli enti, le associazioni, le categorie che si occupano direttamente o indirettamente di valorizzazione del prodotto Valle d’Aosta.

Il progetto di riorganizzazione del comparto turistico valdostano partirà dalla separazione delle funzioni tra l’Amministrazione regionale e l’Ente strumentale: la prima si occuperà della strategia di marketing e dell’analisi dei risultati, mentre il secondo si occuperà della comunicazione e dell’attuazione delle iniziative promozionali che coinvolgono tutte le componenti dell’offerta turistica. Verranno inoltre istituite varie consulte tematiche settoriali (sport, cultura-artigianato, agricoltura, ambiente e montagna, servizi turistici e marketing) in qualità di luoghi di confronto tra la Regione e tutti gli operatori, istituzionali ed economici, che lavorano sul territorio.

“Si è trattato di un primo incontro-confronto per tutti i soggetti dei vari settori – ha dichiarato Viérin – per gettare le basi di una futura azione sinergica che sia in grado di promuovere la Valle d’Aosta a 360 gradi, attraverso un’unica immagine e un brand preciso e un’azione coordinata di tutto ciò che viene organizzato e promosso attraverso l’Agenda unica. La volontà è, quindi, quella di riorganizzare tutto il settore del turismo con una legge che è in fase di stesura. Poniamo le basi per lavorare ad azioni sinergiche, a una maggiore condivisione delle strategie e a un miglior raccordo tra i vari settori così da ottimizzare le potenzialità che la Valle d’Aosta può offrire”. “Parallelamente – ha aggiunto l’Assessore – si sta lavorando per predisporre un’agenda unica di eventi e manifestazioni di rilevanza regionale in modo che la Regione possa riuscire a programmare per tempo, un anno per il successivo, gli eventi sul territorio, evitando così il più possibile le sovrapposizioni. In questo contesto è prevista l’istituzione di un Comitato Grandi eventi che curerà, per tutte le grandi manifestazioni, tutti gli aspetti di rilievo inerenti l’organizzazione”.

Secondo l’indagine condotta da turismOK sul turismo estivo in Valle d’Aosta, gli arrivi negli ultimi 10 anni sono cresciuti del 35%, seppur nel 2018 ci sia stata una leggera battuta d’arresto (flessione dell’1% per gli arrivi e del 2,5% per le presenze). Gli operatori turistici valdostani, inoltre, hanno espresso un giudizio sostanzialmente positivo sul grado di soddisfazione inerente all’andamento generale della stagione estiva appena conclusa, anche se questo è risultato inferiore rispetto a quello registrato la scorsa estate. Minore soddisfazione è stata manifestata, in particolare, sull’affluenza degli ospiti nelle proprie strutture rispetto sia al 2016 che al 2017.

Clicca sul banner per leggere la rivista