Leonardo da Vinci a Milano: film e mostre per i 500 anni dalla morte

da | 10 Gen 2019 | Arte e Cultura, Mostre ed Eventi

Anno 1482. Leonardo da Vinci arriva a Milano, su ordine di Lorenzo il Magnifico, per portare un dono al duca Ludovico Sforza. Milano lo affascinò talmente tanto che restò lì per quasi diciotto anni. Fu un periodo intenso per lui e la città di Milano a 500 anni dalla sua morte lo vuole omaggiare. “Milano e Leonardo” è l’iniziativa del Comune di Milano che vedrà il toscano protagonista per nove mesi, tra film e mostre.

È stato presentato ieri mattina a Palazzo delle Stelline di Milano il film del regista Massimiliano Finazzer Flory. “Essere Leonardo da Vinci – Un’intervista impossibile”, un’opera che riporta in vita il genio facendolo scontrare con due giornalisti; un film che farà scoprire o apprezzare tutte le passioni che Leonardo ha avuto durante la vita: dall’ingegneria alla natura, dalla pittura alla scultura. Alcune delle scene del film sono state girate proprio a Milano. Ad esempio, la basilica di Santa Maria delle Grazie, che ospita il Cenacolo, è stata adibita a set. Un film di 80 minuti che sarà distribuito nei musei nella sua versione tagliata (24 minuti).

Ma altre iniziative nella città lombarda meritano attenzione. Il palinsesto prenderà il via effettivo il 15 maggio 2019 con l’inaugurazione delle attività in programma al Castello Sforzesco. Dal 16 maggio sarà visitabile la Sala delle Asse. Dalle pareti partono sedici alberi che si slanciano verso il soffitto, ricoprendolo di rami e foglie (proprio il soffitto sarà oggetto di restauro nel 2020). Un pergolato arboreo fatto interamente di gelso, il cui frutto è il moro (un palese riferimento al duca Ludovico Sforza detto il Moro). L’ultima volta la Sala delle Asse, divenuto cantiere di studio e restauro, era stata aperta al pubblico durante EXPO 2015, lasciando ammirare il “Monocromo” ad oltre 355 mila visitatori. Ora i visitatori, grazie a un’istallazione multimediale, potranno portare ad un livello successivo la loro esperienza.

Da marzo a luglio 2019, Palazzo Reale ospiterà il collettivo di artisti di Studio Azzurro che ha realizzato “Leonardo enciclopedico contemporaneo”, un percorso del tutto interattivo. La collezione del Museo del Novecento verrà impreziosita da due opere: “Atlantico”, un’istallazione video incentrata sul tema nebbia, di Ettore Favini e “Giardino Abusivo”, opera incentrata sul tema natura, di Eugenio Tibaldi. Il Comune di Milano tempo fa aveva indetto un concorso su Leonardo. I partecipanti avrebbero dovuto trovare ispirazione nel lavoro di Leonardo per realizzare un’opera originale. 82 partecipanti e 2 vincitori ex-aequo, Favino e Tibaldi.

Ancora il Museo del Novecento sarà luogo di un confronto che vede come protagonisti Leonardo da Vinci e Lucio Fontana. Un confronto che si baserà sull’iconografia del cavallo, del cavallo rampante e del cavallo e cavaliere.

Ma anche il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia avrà modo di omaggiare il genio toscano. È in programma una mostra che permetterà di ammirare i diversi campi di studio di Leonardo; un modo per ricordare anche l’apertura del museo stesso nel 1953, con la sua collezione storica, in occasione dei 500 anni dalla nascita di Leonardo.

Dopo la presentazione delle celebrazioni a New York lo scorso novembre, le inaugurazioni ufficiali si terranno anche a Londra (previste per il 18 gennaio), a Parigi (per il 12 febbraio) e a Berlino (per il 25 febbraio).