fbpx

A Cagliari la mostra internazionale “Le civiltà e il Mediterraneo”

da | 20 Dic 2018 | Arte e Cultura, Mostre ed Eventi

La Sardegna come avamposto delle connessioni tra le varie culture che si sono sviluppate nel mediterraneo: è questo che intende illustrare la mostra internazionale “Le Civiltà e il Mediterraneo” che sarà inaugurata il 31 gennaio 2019 nelle sedi del Museo Archeologico Nazionale di Cagliari e di Palazzo di Città. L’evento, anticipato nel dicembre 2017 dal convegno internazionale ospitato all’ex Manifattura Tabacchi di Cagliari che ha riunito curatori e studiosi di importanti Musei italiani, europei e del bacino mediterraneo, rientra nell’Accordo di collaborazione pluriennale siglato lo scorso 21 giugno a San Pietroburgo tra l’Assessorato regionale del Turismo, Museo Statale Ermitage, Polo Museale della Sardegna – MiBAC, Fondazione di Sardegna, Comune di Cagliari e il coinvolgimento di Ermitage Italia, con l’obiettivo di favorire lo scambio di esperienze, l’attuazione di momenti di approfondimento scientifico, lo studio e realizzazione di eventi ed esposizioni. I reperti che saranno esposti sono circa 550 e provengono dall’Ermitage di San Pietroburgo, dall’Archeological Museum di Salonicco, dal Pre and Early History-National Museum di Berlino, dal Mann di Napoli, dal Musèee de Bardo di Tunisi ed ovviamente dalle collezioni dei musei di Cagliari, Sassari e Nuoro, e coprono un arco temporale dal Neolitico al primo millennio a.C., per comporre un mosaico che parte dalle testimonianze archeologiche sarde, abbraccia le diverse culture e aree del Mediterraneo e del Caucaso per mettere in luce connessioni e differenze, in modo da restituire alla Sardegna la centralità nel panorama preistorico.

I dettagli dell’evento espositivo sono stati illustrati dalla direttrice del Polo museale, Giovanna Damiani. Presenti anche il direttore del Museo Archeologico di Cagliari, Roberto Concas, il governatore della regione Sardegna Francesco Pigliaru e l’assessore regionale al Turismo Barbara Argiolas che ha dichiarato: “Presentiamo una prestigiosa mostra con la quale vogliamo posizionare la Sardegna sulle rotte del grande turismo culturale. Abbiamo necessità di valorizzare, raccontare e promuovere il nostro straordinario patrimonio archeologico e storico, e con questa esposizione lo facciamo in rapporto alle civiltà che nei millenni sono sorte sulle sponde del mar Mediterraneo e con il coordinamento scientifico delle più importanti istituzioni internazionali. La cultura, materiale e immateriale, è sempre più capace di contribuire allo sviluppo sostenibile della nostra isola e creare benessere e occupazione nei territori. Infatti, insieme al paesaggio e alla qualità della vita, costituisce uno gli elementi strategici più importanti per accrescere il valore della nostra destinazione non solo nei mesi estivi, ma anche nei cosiddetti mesi di spalla. In questo senso, la sfida di “Le Civiltà e il Mediterraneo”, interamente finanziata con fondi europei, è proprio il suo arco temporale: da gennaio a maggio, mesi meno movimentati dal punto di vista turistico, per rendere Cagliari e la Sardegna ancora più attraenti per quei viaggiatori curiosi di conoscere la vera identità e cultura di chi li ospita e di vivere un’esperienza in luoghi accoglienti, ricchi di eventi e appuntamenti”.

Clicca sul banner per leggere la rivista