‘Mystery Rooms’. Alla scoperta dei segreti dei Musei Civici di Roma

da | 22 Nov 2018 | News, Promozione e Valorizzazione

Foto: Museo Napoleonico

Al via dal 25 novembre la manifestazione Mystery Rooms al Museo, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, è stata realizzata grazie alle piccole donazioni in denaro effettuate dai visitatori, tramite gli appositi raccoglitori situati negli 8 Musei Civici gratuiti: Museo Barracco, Museo Napoleonico, museo di Casl de’ pazzi, Museo delle Mura, museo della memoria garibaldina, villa di Massenzio, Museo carlo Bilotti e Museo Pietro Canonica.

Le ‘Mystery Rooms’ sono state pensate dal Campidoglio per rendere note storie segrete e opere degne di attenzione, conservate in alcuni dei musei gratuiti del Sistema Musei in Comune, coinvolgendo in particolare il pubblico tra i 16 e i 30 anni.I partecipanti avranno la possibilità, attraverso un esperienza ludica, di scoprire il patrimonio inestimabile di storia e di arte della loro città attraverso il gioco di squadra, la complicità, l’intuizione, la possibilità di fare ricorso all’ingegno e alla prontezza di riflessi.

Nelle giornate del 25 novembre, dell’8, del 16 e del 23 dicembre (alle ore 10.30 e alle ore 14.00 – prenotazione obbligatoria allo 060608) al Museo di scultura antica Giovanni Barracco si svolgerà l’avventura dal titolo “Le mani sul museo”. Sarà uno spettacolo molto particolare che si trasformerà, in corso d’opera, in una vicenda densa di mistero. Un custode scomparso, un funzionario pazzo ma, soprattutto, la perdita dell’unico fondamentale documento in grado di evitare la distruzione del Museo da parte di un’agguerrita multinazionale daranno il via a una vera e propria caccia al tesoro tra le sale del museo in cui i partecipanti (max 12 per ogni replica) andranno alla ricerca degli indizi utili al ritrovamento dell’importante documento.

L’altro luogo coinvolto sarà il Museo Napoleonico ( in programma l’8, il 9, il 16 e il 22 dicembre (ore 15.00 e 16.30 – prenotazione obbligatoria allo 060608). Una famiglia speciale come quella dei Bonaparte, infatti, non può che nascondere qualche segreto. Album Bonaparte – Indagine nel passato, presente e…futuro di una famiglia è rivolto a un pubblico curioso, appassionato di storia e di mistero, che potrà esercitare la propria immaginazione muovendosi da un indizio all’altro (max 15 partecipanti per replica). Si comincerà con una sorta di seduta spiritica collettiva che rievocherà la vita contenuta negli oggetti per poi muoversi tra le stanze entrando in relazione con la collezione del museo e tentare di ricomporre l’album di famiglia.