fbpx

L’Arte russa in pellegrinaggio ai Musei Vaticani

da | 21 Nov 2018 | Arte e Cultura, Mostre ed Eventi

Sono ben i 54 capolavori dell’arte russa esposti in una mostra evento allestita nel Braccio di Carlo Magno del colonnato berniniano di piazza San Pietro. La collaborazione tra la Santa Sede ed il Ministero della Cultura della Federazione Russa prosegue con la mostra“Pilgrimage of Russian Art. From Dionysius to Malevich” (Pellegrinaggio dell’arte russa. Da Dionisio a Malevich) in cui 54 capolavori della Galleria Tretyakov e di altri musei russi escono per la prima volta dalle mura che li custodiscono per essere esposti gratuitamente al pubblico sino al 16 febbraio 2019. La mostra non segue un principio cronologico definito ma percorre trasversalmente l’arte figurativa russa dal XV al XIX secolo, dalle icone bizantine ad una iconografia moderna che, inserita nella cultura occidentale, mantiene legami profondi con le origini dell’iconografia russa tradizionale: le icone del XV e XVI secolo, le opere dell’effervescente Ottocento russo e anche un assaggio dell’avanguardia novecentesca di Vasily Kandinsky.

Il progetto espositivo è curato da Arkadi Ippolitov, Tatiana Udenkova e Tatiana Samoilova con l’ambizioso obiettivo di presentare il messaggio culturale e spirituale dell’arte russa nel cuore del mondo cristiano occidentale perché, come sottolineato anche dal direttore dei Musei Vaticani, Barbara Jatta: “La bellezza crea ponti, avvicina culture diverse e rende tutti fratelli. La felice collaborazione artistica fra il Vaticano e la Russia continua oggi con la realizzazione di uno scambio, un ponte appunto, che permette ai tanti visitatori del Vaticano e non solo di ammirare la grande pittura russa di oltre sei secoli”. La mostra, infatti, prosegue la collaborazione, iniziata già nel 2016, tra Ministero della Cultura della Federazione Russa ed il Vaticano con l’esposizione “Roma Aeterna. I capolavori della Pinacoteca Vaticana. Bellini, Raffaello, Caravaggio” che portò nella Galleria russa Tretyakov ben 42 capolavori della collezione permanente della Pinacoteca Vaticana. Un prestito eccezionale senza precedenti, che ebbe un clamoroso successo di pubblico tanto che i biglietti andarono esauriti dopo mezzo’ora dalla messa in vendita on line. “La mostra fu prolungata di 15 giorni e c’era gente in fila fuori dal museo nonostante la temperatura aveva raggiunto meno 20, meno 25 gradi” – ha evidenziato Barbara Jatta. Oggi, la pinacoteca moscovita risponde con altrettanta generosità inviando in Vaticano 54 capolavori. “Un evento, anche questa volta, senza precedenti per il quale le due grandi istituzioni museali hanno ideato e realizzato un progetto di alto livello artistico che si auspica di replicare il successo avuto a Mosca” – ha detto la direttrice dei Musei Vaticani – “Non è una mostra sulle icone, ma una mostra sulla spiritualità russa e l’anima russa”. La mostra e il catalogo che l’accompagna sono stati resi possibili grazie al generoso sostegno della fondazione Art, Science and Sport di Alisher Usmanov.

“Pilgrimage of Russian Art. From Dionysius to Malevich”

20 novembre 2018 – 16 febbraio 2019. Braccio di Carlo Magno in Piazza San Pietro. Ingresso gratuito

Clicca sul banner per leggere la rivista