fbpx

Banksy: “Girl with Balloon doveva distruggersi completamente”

da | 18 Ott 2018 | Arte e Cultura

Banksy fa ancora parlare di sé. Dopo aver inserito un congegno tritadocumenti nella cornice della sua opera “Bambina col Palloncino” avviandone l’autodistruzione alla recente asta di Sotheby’s, (dove era stata aggiudicata per ben un milione di sterline), ha infatti messo in rete un video in cui spiega che non tutto è andato secondo i piani. Nel filmato, l’artista rimpiange quanto avvenuto qualche giorno fa: il meccanismo progettato per tagliare la tela ha fatto solo in parte il suo lavoro, non avrebbe dovuto in realtà lasciare integra la porzione superiore del dipinto. Una clip, accompagnata dalla didascalia: “Durante le prove ha funzionato sempre bene…” mostra che l’opera avrebbe dovuto ridursi completamente in brandelli. Inoltre vengono rivelati altri particolari circa la cornice e il suo assemblaggio oltre a immagini del momento esatto in cui il sistema è stato azionato. Alex Branczik, responsabile per l’arte contemporanea di Sotheby’s in Europa, ha anche ribadito che non era complice della trovata e ha spiegato il motivo per cui il tritacarte non è stato individuato dal suo personale: la cornice infatti, era stata espressamente indicata come parte integrante dell’opera, per cui intoccabile.

Video: banksyfilm

Clicca sul banner per leggere la rivista