fbpx

Rimini TTG. Il presidente di Federalberghi: L’ Italia regge ma basta turismo abusivo

da | 11 Ott 2018 | Flash News

“Un bilancio dell’estate? Il tema vero e’ che quest’anno sono tornati in partita paesi che negli ultimi due anni, non c’erano. E il nostro Paese ha retto”. Lo dice a poche ore dall’apertura della grande fiera del Turismo TTG Travel Experience (da domani al 12 ottobre alla fiera di Rimini) il presidente di Federalberghi Bernabo’ Bocca in un’intervista con l’ANSA.

“E’ tornato in pista l’Egitto che ultimamente era inavvicinabile per questioni di sicurezza – spiega – e quest’anno ha proposto per 700 euro una settimana con volo compreso… Poi la Turchia e la Costa Azzurra che dopo Nizza era deserta e quest’anno e’ tornata meta di gran Turismo. Ecco possiamo dire con orgoglio che l’Italia ha tenuto, la Spagna ad esempio ha fatto -5%. Oggi la partita la giochiamo con tutti questi paesi – sottolinea – e molti di loro hanno un costo lavoro molto inferiore a quello europeo e possono vendere a prezzi molto bassi. Quindi dobbiamo puntare sulla qualita’, e’ vero che loro sono low cost ma e’ vero che noi siamo il paese piu’ bello del mondo”

Bernabò Bocca ha anche sollevato il tema degli abusivi che operano nel turismo. Va regolamentata la giungla del sistema ricettivo massacrato dagli abusivi e migliorata la rete dei trasporti e delle infrastrutture perche’ il turismo italiano non puo’ aspettare ancora; “Il ministro – spiega Bocca – ha preso spunto in maniera intelligente da diverse legislazioni oggi gia’ esistenti perche’ l’iscrizione all’albo e quindi la presenza di un codice identificativo e’ gia’ presente nella legislazione della Lombardia, la multa di 100 mila euro per chi trasgredisce e’ gia’ presente nella legislazione di New York chi non in regola paga centomila euro di di multa. Insomma prendendo spunti da vari leggi esistenti che funzionano si arriva ad avere una legge perfetta e noi ci auguriamo che quello che lui ha promesso trovi applicazione nel piu’ breve tempo possibile. Se ogni volta che la guardia di finanza fa dei controlli oltre il 50% delle strutture non sono in regola, significa che il fenomeno e’ piu’ che dilagante. Certo se poi tutto si risolve con solo duemila euro di multa a quello conviene non essere in regola. Mentre se gliene prendi 100 mila di euro, la prossima volta ci pensa due volte e con quei soldi puoi finanziare tantissimi altri controlli di quel tipo. Noi come Federalberghi abbiamo anche dei software per scovare chi non e’ il regola che siamo disponibili a mettere a disposizione del ministero”.

Clicca sul banner per leggere la rivista