Napoli, studenti adottano i monumenti e li promuovono con i videoclip

da | 27 Set 2018 | Arte e Cultura, Promozione e valorizzazione

Foto: Napoli – Castel Sant’ Elmo

Portare gli studenti dei quartieri alla scoperta delle bellezze storiche, artistiche e culturali del proprio territorio per realizzare un videoclip di 3 minuti che sara’ pubblicato in un Atlante dei monumenti adottati e sui social network. Elaborati che saranno pubblicizzati fino a diventare, potenzialmente, virali. E’ la sintesi del progetto, promosso dall’assessorato all’Istruzione della Regione Campania in sinergia con Fondazione Napoli Novantanove, che coinvolge gli studenti delle 500 scuole della Campania che hanno aderito al programma Scuola Viva della Regione. “Con la fondazione facciamo uno sforzo comune per sviluppare processi educativi e formativi rivolti alle giovani generazioni – commenta il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, intervenuto alla presentazione del progetto a palazzo Zevallos -. Vogliamo piantare semi di cultura, risvegliare l’amore per il bello e per la propria terra. E’ uno stratagemma che serve per far crescere uno spirito civico anche in zone in cui c’e’ bisogno di educare le giovani generazioni. Agli episodi negativi, alle stese e alle violenze, dobbiamo reagire, non possiamo piu’ restare assuefatti da quanto accade”. Le azioni di accompagnamento previste dal progetto “La scuola adotta un monumento”, che ha gia’ una storia ventennale, mirano a favorire un’educazione permanente basata sull’insegnamento del rispetto e dello studio del patrimonio culturale come strumento formativo per le nuove generazioni. In questo contesto, la cosiddetta “adozione” del monumento vuole accompagnare le scuole che hanno gia’ attivato progetti all’interno del programma Scuola Viva della Regione Campania, costruendo dei legami tra le attivita’ gia’ in essere e quelle legate all’adozione e allo studio del monumento. Cosi’, si crea un’azione trasversale e congiunta per lo sviluppo e la messa in opera di un laboratorio unico, per una formazione multidisciplinare dell’alunno. Il programma Scuola Viva, per cui la Regione ha previsto un ulteriore stanziamento triennale di 25 milioni di euro, consente a quasi 500 scuole della Campania di tenere aperte le proprie porte anche nel pomeriggio, o comunque in orario extracurriculare. Tra i laboratori promossi, dallo scorso anno, c’e’ anche quello di “Adotta un monumento” che si rinnova, quindi, anche per l’anno scolastico appena iniziato. L’obiettivo non e’ solo quello di sensibilizzare gli studenti al rispetto del patrimonio che li circonda ma anche quello di costruire un vero e proprio Archivio nazionale che raccolga tutti i monumenti adottati. Una sezione dell’Archivio e’ gia’ presente su www.atlantemonumentiadottati.it dove sono gia’ pubblicati, tra gli altri, i lavori realizzati all’Orto botanico, in villa Floridiana e persino al Maschio Angioino.(Dire.it)